The Green Book

Pianista nero, autista bianco, in tournée nel sud razzista ai tempi di Kennedy

0

The Green Book
di
Peter Farrelly
con Viggo Mortensen, Mahershala Ali, Linda Cardellini, Sebastian Maniscalco,
P.J. Byrne.
Voto: piacevolissimo

Diciamolo: Farrelly, che in coppia col fratello ha firmato spesso commedie demeniziali (Tutti pazzi per Mary, Io me & Irene, Fratelli per la pelle) cercando nella maniera più ruvida la tenerezza anche in storie di mostri, ha fatto un’altra tenerissima storia di mostri, ma ha raggiunto la sua sezione aurea. La storia vera è quella della tournee di Doc Shirley, pianista virtuoso e un po’ acrobatico di musica classica a capo di un trio, fatta negli anni 60 dei Kennedy nei luoghi più razzisti degli stati sudisti. Con una coppia destinata in apparenza a esplodere e a far esplodere conflitti: il musicista è nero, raffinatissimo, algido, aristocratico, e il suo autista è bianco, cafonissimo, sottoproletario italoamericano di stomaco forte e pugni pesanti con qualche frequentazione delle mafie minori. Il Green Book del titolo è il manuale che indica quale strade deve usare e in quali alberghi deve dormire un nero per girare (se proprio deve) in quell’America, dove se suoni il piano ti onorano in ville da Via col vento, ma se hai bisogno del bagno devi usare la latrina nel campo. Il rischio del film ad alto tasso di zucchero educativo è sempre presente: ti aspetti dalle prime scene che il nero sarà a rischio linciaggio e il bianco manesco lo salverà spaccando tutto. E invece, essendo un Farrelly-Movie, quando siamo dalle parti dell’ovvio si finisce altrove e quando siamo aria di pugni liberatorii si viene catapultati in porzioni di commedia alla Frank Capra. E fatte dannatamente bene. Il film è un Buddy-movie a ruoli invertiti con luoghi comuni al posto giusto e belle sorprese quando conviene. Piacevolissimo. O furbissimo, è lo stesso. Infatti va all’Oscar e rischia di portarne via un po’ in tournée

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome