Addio a Giampiero Artegiani: vinse il Festival come autore con “Perdere l’amore”

0
Giampiero Artegiani

A poche ore dall’inizio di Sanremo 2019 arriva la notizia della morte di Giampiero Artegiani, cantautore, paroliere e discografico nato a Roma 63 anni fa. Artegiani partecipò a Sanremo come cantante nel 1984 con Acqua alta in piazza San Marco, e ci torno l’anno successivo, quando si piazzò terzo con …E le rondini sfioravano il grano. Ma al successo arrivò solo nel 1988, quando firmò come co-autore Perdere l’amore, con la quale Massimo Ranieri trionfò al Festival.
Artegiani aveva iniziato negli anni Settanta suonando rock con i Semiramis (assieme a Michele Zarrillo). Dopo aver provato senza grande fortuna la carriera solista, Artegiani decise di puntare tutto sul mestiere di produttore e, soprattutto di paroliere, scrivendo pezzi per Franco Califano (La mia libertà, Ragazzo mio, Non so vivere a metà), il vecchio amico Michele Zarrillo (Soltanto amici, L’ultimo film insieme, La prima cosa che farò, Mani nelle mani), Silvia Salemi (A casa di Luca), Maria Carta (Le memorie della musica) e altri ancora.
Nel corso di una recente intervista, aveva raccontato così come si era avvicinato alla musica: «La mia passione è nata ascoltando mio padre che suonava il Banjo. Lo faceva di sera, dopo il lavoro, mentre aspettavamo la cena; io avevo circa otto-nove anni. Iniziai a suonare quello strumento imitando i movimenti delle mani, ma, soprattutto, è stata l’Epoca in cui ho avuto la fortuna di nascere: tutti i ragazzini della mia età avevano una chitarra, come oggi hanno un iPod per sentire la musica, noi (quelli della mia generazione) avevamo una chitarra per suonare! E ci scambiavamo informazioni sul mistero degli accordi, come oggi si scambiano informazioni per iscriversi su facebook, o su Msn. E infine, rimanevo incantato davanti al “mangiadischi” che suonava AzzurroMichelleC’era un ragazzo che come me e molti altri brani. In quel periodo era facile innamorarsi della musica. Ti immagini vivere la nascita dei Beatles, vivere Woodstok, le prime canzoni di Battisti? Non diventare un musicista era quasi impossibile».

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Redazione
Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome