Best of River to River 2018

Dall’ 8 al 10 febbraio 2019 presso il Cinema Spazio Oberdan di Milano una selezione di opere della 18. Edizione che ha avuto luogo dal 6 all’ 11 dicembre 2018 a Firenze

0
Foto film Sir

Il festival è l’unica manifestazione italiana dedicata al cinema indiano

Sarà la delicata storia d’amore di Sir (venerdì 8 febbraio ore 21,15), film di Rohena Gera, a inaugurare la manifestazione fondata a Firenze nel 2001. Standing ovation alla Semaine de la Critique di Cannes, la pellicola è una sorta fiaba moderna ambientata in una luminosa Mumbai odierna che racconta la sfida ai tabù sociali di due giovani, lui ricco e lei povera decisi ad amarsi nonostante la differenza di ceto sociale. Il secondo giorno è dedicato ai vincitori del premio del pubblico dell’edizione madre fiorentina. Verrà presentato il cortometraggio animato sui sogni dei monaci buddisti Everything is Upstream (ore 14,45) di Martin Ponferrada, seguito dal  lungometraggio Grandir en Ladakh (ore 15) di Christiane Mordelet, Stanzin Dorja;   la dura vita di Padma, una 12enne a 4300 metri in Ladakh sull’altopiano dell’Himalaya dove però gli abitanti hanno strutturato una società di mutuo aiuto e i bambini crescono costruendo la propria personalità e integrandosi nel mondo adulto. Poi tocca   all’ intenso Mulk (ore 18,30) di Anubhav Sinha, protagonista una famiglia di musulmani a Varanasi che viene accusata di essere coinvolta nel piano di un attacco terroristico sulla città. Il quartiere si interessa alla vicenda e le persone prendono parti diverse rispetto alla famiglia, il cui avvocato è la nuora hindu. Non tutte le accuse sono infondate e quindi molto si riduce all’interpretazione degli individui in quanto membri della società. Alla fine l’indagine fa emergere molte sorprese. La terza e conclusiva giornata propone la commedia on the road The Journey (ore 16,30) di Akars Khurana, interpretata magistralmente dalla star Irrfan Khan (Vita di Pi; The Lunchbox); la vicenda di Avinash, un uomo sulla trentina, single e annoiato dalla vita che conduce. Quando suo padre muore in un incidente, la sua esistenza grigia sarà percorsa da una serie di disavventure talvolta esileranti che cambieranno la sua visione del mondo. Alla proiezione di apertura, venerdì 8 febbraio alle ore 21.15 con il film Sir, sarà presente in sala Selvaggia Velo, direttrice artistica del River to River Florence Indian Film Festival.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome