Simone Cristicchi a Sanremo è emozione pura (videointervista)

0
Simone Cristicchi
Foto di Ambra Vernuccio

Simone Cristicchi ha deciso di tornare al Festival di Sanremo perché gli è «capitata quasi per caso» una canzone straordinariamente emozionante, Abbi cura di me.
Quando l’ascoltate fate attenzione, perché l’incipit è fuorviante: “Sono solo quattro accordi e un pugno di parole”. In effetti è così, ma sono quattro accordi e un pugno di parole giuste che colpiscono direttamente allo stomaco. Simone, in una dimensione sempre più teatrale, ci regala una bellissima preghiera laica che «affronta il tema millenario dell’accettazione, della fiducia, dell’abbandonarsi all’altro, che sia esso un compagno, un padre, una madre, un figlio, o Dio».
Scritta con Nicola Brunialti e Gabriele Ortenzi, a tratti s’avvicina alla poesia (“Più che perle di saggezza / sono sassi di miniera / che ho scavato a fondo a mani nude / in una vita intera”). Interessante anche la costruzione, con un violoncello struggente verso metà e un finale mozzafiato con grande orchestra.
Molto intense le prime due esibizioni, e questa sera l’asticella potrebbe anche essere alzata, grazie al duetto con Ermal Meta, che ricambia il “piacere” ricevuto un anno fa, quando fu Simone Cristicchi a duettare con lui e Fabrizio Moro in Non mi avete fatto niente. Inutile nasconderlo: le aspettative sono alte.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Maria Francesca Troisi
Campana verace, trascorre gli anni degli studi tra Salerno, Milano e Roma. Appassionata da sempre di scrittura e musica, matura negli anni diverse esperienze nel campo dell’informazione e spettacolo, ricoprendo il ruolo di giornalista, blogger e ufficio stampa per siti di musica, quotidiani, e associazioni culturali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome