12 febbraio 1968, nasce Josh Brolin

0

Californiano di Los Angeles, Figlio d’arte (suo padre James è un attore piuttosto noto, più negli States che da noi), Josh sembrava aver la carriera spianata quando ottiene il ruolo del figo Brand nel teen cult i Goonies (1985). E invece no, il treno sembra perso, perché sono poche le sue apparizioni di rilievo fino a che Quentin Tarantino e Robert Rodriguez lo recuperano con uno dei loro film più kitsch (il doppio Grindhouse/Planet Terror, 2007) e subito dopo I fratelli Cohen lo vogliono come protagonista di Non e’ Un Paese per Vecchi: il grande gioco di squadra con Tommy Lee Jones e Javier Bardem lo rendono uno degli attori più richiesti, tanto che dal 2007 in poi appare in una quindicina di film, tra cui Nella Valle di Elah e American Gangster (sempre 2007, il suo anno della riscossa), Milk (2008, candidato all’Oscar) e W. (sempre 2008), quest’ultimo dove interpreta magistralmente George W. Bush diretto da Oliver Stone; è addirittura il supercattivo del marvelliano The Avengers – Infinity War (quest’anno il sequel) segno che ormai è nella seria A d Hollywood.

I lineamenti da duro con una vena di sensibilità ne fanno spesso l’ideale per interpretare il poliziotto, o il militare, raramente il cattivo; ma ben 5 sono le parti in film tratti da fumetto (oltre al già citato The Avengers, Sin City, Jonah Hex, Men In Black III, persino il sequel di Deadpool nel 2018). Sembra che abbia intenzione di recuperare il treno perduto di quei 20 e passa anni in sordina.

Altre ricorrenze

  • 1923, nasce Franco Zeffirelli, regista di teatro, cinema e TV
  • 1963, nasce Claudio Amendola, attore di Ultrà e La Scorta
  • 1969, nasce Darren Aronofsky, regista di Requiem per Un Sogno e Noah
  • 1980, nasce Christina Ricci, attrice di Beetlejuice e Monster
  • 1993, esce Ricomincio da Capo di Harold Ramis, con Bill Murray e Andie McDowell

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome