Il programma di febbraio dell’Officina Pasolini a Roma

0
Officina Pasolini
Carl Brave (a sinistra) e Giancane.

Per chi non lo conoscesse, diciamo che l’Officina Pasolini è un centro culturale polivalente nei cui laboratori si tengono corsi di vario tipo (musica, teatro, multimedia) e che organizza numerosi eventi e spettacoli.
Domenica 17 febbraio alle ore 21 è in programma un incontro con il cantante e produttore discografico Carl Brave e il critico musicale Gino Castaldo. Carl Brave racconterà la sua personalissima esperienza: dai singoli su YouTube fino al suo primo album da solista e alla collaborazione con Max Gazzè. Nel corso della serata eseguirà anche alcuni brani dal vivo.
Martedì 19, sempre alle 21, secondo appuntamento con Note vocali, una serie di incontri dedicati alla musica raccontata, vista e vissuta. Dopo Emilio Stella, questa volta sul palco salirà Giancane, cantautore romano dall’ironia pungente e travolgente, che sarà intervistato dal direttore di ExitWell Riccardo De Stefano. Giancane canterà alcuni brani tratti dal suo ultimo album Ansia e disagio.
Venerdì 22 febbraio alle 21spazio al teatro con In treno in tre no, scritto e interpretato da Giuseppe Manfridi. Uno spettacolo concepito all’insegna del divertissement verbale, del calembour e di azzardati funambolismi metrici: palindromi, sonetti, chiacchierate al contrario, inversioni di senso e fulminanti atti unici sono i veri protagonisti di questa “lezione” che riconosce le sue origini nei virtuosismi umoristico-stilistici di autori come Queneau, Perec, Marcello Marchesi, Flaiano e Campanile.
Martedì 26 febbraio alle 20.30 ci sarà la proiezione del lungometraggio Resina, alla presenza del regista Renzo Carbonera e dell’attore Thierry Toscan, che introdurranno il film assieme a Simona Banchi, coordinatrice della sezione multimediale, e a Mimma Pecora di Legambiente. Nel suo esordio alla regia, Carbonera pone al centro della pellicola la musica, il difficile rapporto con la bellezza e il cambiamento climatico: tre temi che danno vita a una storia particolarmente ispirata, capace di parlare di futuro raccontando il passato (in chiusura, un’immagine del film).
Infine, giovedì 28 febbraio alle ore 21, viene presentato il progetto Slow Music, un incontro per illustrare il movimento culturale ideato e presieduto da Claudio Trotta e fondato assieme ad altri professionisti del mondo della musica come Franco Mussida e Stefano Rosa. Su Slow Musicha dichiarato Trotta: «È un progetto culturale che propone la filosofia del giusto e dell’etico, attraverso programmi di educazione e formazione legati alla musica, al fare musica, all’ascoltarla in profondità, alla gestione di progetti ed eventi del mondo musicale che condividano un giusto rapporto coi consumatori». La serata prevede anche diversi interventi musicali dal vivo.
Officina Pasolini

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Redazione
Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome