Addio all’attore Bruno Ganz

0

È morto la scorsa notte nella sua Zurigo a 77 anni l’attore di origini italo-svizzere Bruno Ganz. Uno dei volti più noti del cinema tedesco, annoverato fra i più illustri professionisti da critici e pubblico, l’attore è stato un pilastro importante del patrimonio cinematografico in Germania, e si è distinto anche a livello internazionale.

La sua interpretazione magistrale del dittatore Adolf Hitler nell’adattamento cinematografico La Caduta sugli ultimi giorni del “Führer”, resta una delle sue interpretazioni più intense e più apprezzate dal pubblico internazionale:

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Premiato nel 2000 anche dalla critica italiana con il Ciak d’Oro e il David di Donatello come migliore attore protagonista in Pani e Tulipani di Silvio Soldini, Ganz continua ad apparire anche successivamente nei cinema italiani, interpretando Tiziano Terzani nella produzione tedesca La Fine è Il Mio Inizio, del 2010.

Ha lavorato con i registi più importanti del panorama contemporaneo, da Francis Ford Coppola a Wim Wenders, a cui deve il successo planetario grazie al ruolo dell’angelo Damiel in Il Cielo Sopra Berlino (1987), fantasy-drama pluripremiato e ispirato dalle poesie di Rainer Maria Rilke.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Tra i suoi ultimi film citiamo Heidi (2015) di Alain Gsponer e La Casa di Jack di Lars Von Trier, presentato fuori concorso a Cannes nel 2018 e in uscita nelle sale italiane il 28 febbraio. 

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome