Nero su bianco. Scrittori di cinema: Doriana Leondeff

Martedì 19 febbraio 2019 dalle ore 17 al cinema Trevi, la sala della Cineteca Nazionale di Roma, un omaggio alla sceneggiatrice di Pane e tulipani a cura del SNCCI Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani

0
Foto film La giusta distanza

Alle ore 21 un incontro moderato da Anna Maria Pasetti con Doriana Leondeff

Presso il pubblico americano che frequenta le sale cinematografiche, la figura dello sceneggiatore è popolare come quella degli attori, delle attrici e dei registi. Non così da noi, dove da sempre chi scrive di cinema non è conosciuto e non desta nessun interesse. Lodevole quindi l’iniziativa del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) Gruppo Lazio, che insieme al Centro Sperimentale di Cinematografia dedica una rassegna ai nostri sceneggiatori, i veri autori di un film (spesso confusi dallo spettatore poco attento con gli scenografi). Ottima professionista Doriana Leondeff, nata a Bari nel 1962 da madre italiana e padre bulgaro, dopo il diploma in sceneggiatura presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma nel 1987 si laurea l’anno successivo in Lettere con tesi in Storia e Critica del Cinema presso la Sapienza di Roma e nello stesso anno è già assistente alla regia di Il tempo dei gitani diretto da Emir Kusturica. Dal 1988 al 1993 lavora al fianco degli sceneggiatori Nicola Badalucco e Rodolfo Sonego a numerosi film e miniserie tv. Nel 1995 inizia a collaborare con Silvio Soldini con cui cui scrive Le Acrobate (premiato ai Rencontres Internationales de Cinéma di Parigi e vincitore della Sacher d’oro come miglior film dell’anno), seguito dal cortometraggio Mistero a Biasca, dal notissimo Pane e Tulipani (ore 19), vincitore del premio per la sceneggiatura del David di Donatello, del Nastro d’Argento e del Premio Flaiano, da Brucio nel vento, Agata e la tempesta, Giorni e nuvole e Cosa voglio di più. Nel 1997 partecipa alla stesura del copione di La parola amore esiste di Mimmo Calopresti e l’anno dopo si aggiudica la Grolla d’oro al Festival di Saint Vincent per la sceneggiatura del film Vite in sospeso di Marco Turco, premiato anche come migliore opera prima. Intensa è stata la collaborazione anche con il regista Carlo Mazzacurati. Insieme hanno realizzato L’amore ritrovato, La giusta distanza e La passione. Nella sua intensa carriera Doriana ha lavorato anche con Francesca Archibugi per Lezioni di volo; Michele Placido per Il grande sogno e Cristina Comencini per Quando la notte.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome