È arrivata la bufera !

Da lunedì 25 febbraio a lunedì 25 marzo 2019 al Cineforum del Circolo via Monza, 140, Milano cinque film del cinema italiano degli anni dieci del XXI secolo

0
Foto film Anime nere

Una rassegna a cura di Antonio Pettierre

Sta finendo il secondo decennio di questo nuovo secolo ed è tempo di bilanci anche per il cinema italiano. In questo momento storico di grande crisi e stravolgimenti sociopolitici ed economici, la proiezione di cinque opere cinematografiche significative aiuta a disegnare i mutamenti della società italiana mettendo in evidenza anche alcuni autori giovani e meno giovani del nostro cinema. Si inizia con Francesco Munzi, regista di Anime nere (lunedì 25 febbraio ore 21), 2014, un thriller, che ha come protagonisti tre fratelli. Il primo Luigi è un trafficante internazionale di droga legato a potenti gruppi sudamericani. Il secondo Rocco vive invece a Milano con la moglie Valeria e la loro bambina, dove è diventato imprenditore grazie però ai guadagni illeciti di Luigi. Il terzo Luciano, il maggiore dei tre, è rimasto in Calabria a lavorare la sua terra e ad allevare le sue capre deciso a restare estraneo alle attività illegali dei fratelli.  Di Antonio Morabito è il film successivo, Il venditore di medicine (lunedì 4 marzo), 2013, un altro thriller, ma questa volta ambientato nell’ industria del farmaco, storia di un informatore medico di una importante azienda farmaceutica disposto a qualsiasi compromesso pur di non perdere il suo lavoro.  Segue l’opera prima di Andrea Magnani intitolata Easy- un viaggio facile facile (lunedì 11 marzo), 2016, una commedia agrodolce che vuole coniugare il divertimento con la riflessione sociale, mentre Non essere cattivo (lunedì 18 marzo), 2015, è il terzo e ultimo film di Claudio Caligari, scomparso prematuramente; un racconto che si svolge in una periferia romana abitata da un sottoproletariato tanto caro alla poetica pasoliniana. La pellicola, interpretata da un bravissimo Luca Marinelli, è stata portata a termine anche con la collaborazione dell’ attore Valerio Mastandrea. L’ ultimo appuntamento è con Le meraviglie (lunedì 25 marzo), 2014, di Alice Rohrwacher, uno sguardo interessante sulla società contadina in disfacimento e sull’ illusione di una vita migliore venduta dalla magia della televisione.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome