Tintoretto. Un ribelle a Venezia

Secondo Bowie una proto-rockstar. Dal 25 al 27 febbraio il nuovo appuntamento con La Grande Arte al Cinema

0

Sky Arte e Nexo Digital portano in sala il 25 il 26 e il 27
un docu-film sulla vita
di Jacopo Robusti, il pittore
della Serenissima descritto
da Jean-Paul Sartre come
“Il primo regista della storia”

Jacopo Robusti, passato alla storia come il Tintoretto per via del padre che di professione faceva il tintore, è stato uno degli artisti più importanti del ‘500 italiano. Si forma nella bottega di un altro maestro della pittura, Tiziano, e da lui prende spunto per creare il suo personale e spettacolare stile nell’uso dei colori. Le sue tele colpiscono per la  luminosità quasi cinematografica e lo spettacolare contrasto chiaroscuro, come si può notare per la rappresentazione de L’ultima Cena.

Tintoretto fu un personaggio dal carattere inquieto, tanto da essere ribattezzato dai suoi contemporanei come “Il furioso”. Questa sua personalità traspare dalle sue tele, costruite con pennellate rapide e decise. Altro tratto distintivo del pittore è stato il fortissimo attaccamento alla città di Venezia, che non lasciò nemmeno quando venne colpita dal flagello della peste.

A cinquecento anni dalla nascita dell’artista Sky Arte ha deciso di produrre questo film, con la regia di Pepsy Romanoff e la voce narrante di Stefano Accorsi che accompagna lo spettatore, per omaggiare colui che non solo è stato un grandissimo della storia dell’arte ma anche un personaggio innovativo e fuori dagli schemi. Di lui David Bowie ha detto: “Ha costruito la sua carriera come proto-rockstar”.

Trovate l’elenco delle sale sul sito http://www.nexodigital.it/ nella sezione La Grande Arte al Cinema.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome