5 marzo 1982, muore John Belushi

0

 “Qualche comico ama alla follia I propri personaggi. Io no, infatti, mi stanco di loro molto facilmente. E devi essere pronto a gettarli via”

Purtroppo non furono soltanto i suoi personaggi che gettò via John Belushi, iconico attore comico della fine degli anni ’70 ed inizio anni ’80. Nato nel ’49, lascia l’università a 20 anni per dedicarsi al teatro, viene notato per la televisione e diviene nel ‘75 uno dei primi alfieri nel mitico Saturday Night Live Show insieme all’amico Dan Aykroyd. Esordisce al cinema nel 1978 con quella che diventerà la mascotte ufficiale delle confraternite universitarie statunitensi, ovvero John Blutarsky (Bluto) in Animal House di John Landis, in una parte piccola, ma dove svela tutto il suo potenziale, sboccato, spiazzante e geniale. Curiosità: sin dai tempi del liceo, chiedeva in prestito 20 dollari ad ogni nuova conoscenza che ritenesse interessante per verificarne la reazione. Questo era John Belushi.

Recita per Spielberg nel 1979 (1941 Allarme a Hollywood), ma è ancora per Landis che diviene l’icona che sappiamo: in coppia col fraterno amico Dan, formano Jake ed Elwood in Blues Brothers. Siamo nel 1980 e diventa gigantesco. Sfortunatamente, la sua dipendenza dall’eroina e da altre sostanze stupefacenti diviene da qui in poi difficilmente gestibile. Altri due film non memorabili nel 1981 ed uno che non interpretò mai: sarebbe dovuto essere uno dei Ghostbusters nel 1984, ma purtroppo, l’overdose finale arrivò due anni prima. Aveva 33 anni.

Altre ricorrenze

  • 1943, esce Frankenstein contro L’Uomo Lupo, primo crossover del genere horror
  • 1974, nasce Eva Mendes, attrice USA di Hitch e Come Un Tuono
  • 1984, muore William Powell, attore USA di L’Uomo Ombra e L’Impareggiabile Godfrey

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome