Springsteen e le sue canzoni fonte d’ispirazione per le opere teatrali dello Union College (NY)

0

Più di una volta, da queste righe, abbiamo parlato di Springsteen e università, Springsteen e letteratura, Springsteen e cinema, Springsteen come fonte di ispirazione per varie forme d’arte. Stavolta parliamo di teatro, in particolare della rassegna When The Promise Was Broken,  svoltasi il 10 febbraio allo Union College di Schenectady nello stato di New York. Una rassegna di tredici piéce teatrali ispirate ad altrettante canzoni di Bruce, raccolte anche in un libro, di cui nove sono state rappresentate allo Yulman Theatre in uno spettacolo unico di 90 minuti. Le piéce sono state scritte da autori diversi e interpretate da ragazzi del College tra i 18 e i 22 anni, ovvero nati nel periodo del Reunion Tour. A mettere insieme l’intera produzione è stata Joan Herrington mentre la regia è stata curata da .

Queste le piéce rappresentate con le relative canzoni a cui si sono ispirate:

“Valhalla Correctional” di Peter Ullian (da We Take Care Of Our Own), “Bloody River” di Elaine Romero (American Skin), “Object PPermanence! di Jennifer Blackmer (Terry’s Song), “Drive All Night” di Steven Dietz, “A Semi-Autobiographical Response to Feelings of Sexual Inadequacy Prompted by Repeatedly Listening to Bruce Springsteen’s I’m On Fire for Four Straight” di Gregory S. Moss (I’m On Fire), “Gospel Hour” di Dan e Drew Caffrey (State Trooper), “Merry-Go-Round Man” di Edward Baker (Cover Me), “Pick Up Beds” di K. Frithjof Peterson (When You’re Alone), “Glad For The Company” di Tucker Rafferty (Nebraska).

Nel libro, curato dalla stessaJoan Herrington, figurano anche  “Spirit of Transportation” di Dipika Guha (Streets of Philadelphia) “The Stray” di Scott Barsotti (Highway Patrolman), “Grownin’ Up or I was a Teenage Bruce Springsteen!” di Steve Feffer (Growin’ Up) e  “Birthday Wishes” di Nikkole Salter (Secret Garden).

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Patrizia De Rossi
Patrizia De Rossi è nata a Roma dove vive e lavora come giornalista, autrice e conduttrice di programmi radiofonici. Laureata in Letteratura Nord-Americana con la tesi La Poesia di Bruce Springsteen, nel 2014 ha pubblicato Bruce Springsteen e le donne. She’s the one (Imprimatur Editore), un libro sulle figure femminili nelle canzoni del Boss. Ha lavorato a Rai Stereo Notte, Radio M100, Radio Città Futura, Enel Radio. Tra i libri pubblicati due su Luciano Ligabue: Certe notti sogno Elvis (Giorgio Lucas Editore, 1995) e Quante cose che non sai di me – Le 7 anime di Ligabue (Arcana, 2011). Uno (insieme a Ermanno Labianca) su Ben Harper, Arriverà una luce (Nuovi Equilibri, 2005) e uno su Gianna Nannini, Fiore di Ninfea (Arcana). Il suo ultimo libro, scritto con Mauro Alvisi, s'intitola "Autostop Generation" (Ultra Edizioni). Dal 2006 è direttore responsabile di Hitmania Magazine, periodico di musica spettacolo e culture giovanili.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome