Il colpevole

Un poliziotto, un telefono, una stanza, un caso da risolvere, molte verità

0

Il colpevole
di Gustav Möller
con Jakob Cedergren, Jessica Dinnage, Omar Shargawi, Johan Olsen, Jacob Lohmann, Katinka Evers-Jahnsen, Jeanette Lindbæk, Simon Bennebjerg
Voto Claustrofobico e incalzante

Un poliziotto danese risponde al telefono da un centro di emergenza. Dalle prime battute, alle prese con ubriachi, fessi, maniaci, capiamo che rimpiange l’azione sul campo, poi che è stato messo in quarantena dietro al telefono in attesa di essere giudicato per qualcosa che ha fatto in azione sul campo, infine entra in azione al telefono: una donna chiede aiuto e lui, senza uscire dalla stanza, solo con comunicazioni verbali, risale fino al suo indirizzo, scopre che è stato commesso un crimine, mette in moto la macchina della giustizia. Ma la verità è una strada lunga e completamente inedita. Il colpevole ricorda Locke, altro geniale film scommessa girato tutto in un’automobile con un cellulare in vivavoce. Il colpevole potrebbe essere un radiodramma per l’intensità e la capacità di soprenderti ogni volta che credi d’aver afferrato la verità di quello che senti. È il genere di film che riconcilia per via auditiva con un cinema che stordisce o spesso si ripete per troppi segni visivi. Traduzione: è scritto bene e pensato meglio.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome