Tornano a Milano Le giornate del cinema quebecchese

Giovedì 14 e venerdì 15 marzo 2019 dalle ore 19 in avanti presso l’Istituto francese di Milano in corso Magenta il Quebec al femminile

0
Foto film Sashinka

Quattro registe donne, quattro storie al femminile che guardano il mondo

È lo sguardo al femminile il tema della sedicesima edizione della rassegna dedicata al nuovo cinema canadese del Québec. Uno sguardo in perenne movimento, forte e audace, innovativo e attuale, che interpreta i conflitti generazionali, religiosi e politici raccontando, per immagini, il rapporto tra madri e figlie, tra donne e lavoro, tra soprusi e violenza di genere, utilizzando il mezzo cinema per raccontare e interpretare i cambiamenti del contemporaneo.  Sarà la regista Renée Beaulieu (giovedì 14 marzo ore 19) a inaugurare il festival con la prima del suo film Les Salopes ou le sucre naturel de la peau, la storia di Marie-Claire, una professoressa di dermatologia, madre felicemente sposata, con una dinamica vita sessuale segreta, impegnata in un nuovo progetto di ricerca sulla relazione tra le cellule della pelle e la sessualità.  L’ opera è stata premiata come miglior lungometraggio canadese al TIFF Toronto International Film Festival 2018. Segue Impetus di Jennifer Alleyn (venerdì 15) che sarà presentato dal co-sceneggiatore Denis Lavalou. Tra documentario e fiction la pellicola descrive i sentimenti dopo una forte delusione d’amore e riflette sull’origine del movimento e dell’impeto creativo. Tra i lungometraggi anche Claire l’hiver di Sophie Bédard Marcotte (venerdì 15), una storia di una crisi, che affonda le sue radici nel disagio del contemporaneo, nella trasformazione tecnologica e digitale della comunicazione e delle relazioni sentimentali e Sashinka di Kristina Wagenbauer (venerdì 15) incentrata sul personaggio di Sasha, una giovane musicista russa, che si vede improvvisamente piombare in casa la madre, alla vigilia del suo primo concerto da professionista. Tra i cortometraggi in programma Fauve di Jérémy, ambientato in una miniera a cielo aperto; la vicenda di due giovani che si lanciano in un gioco di potere malsano, il cui unico testimone è la natura e ancora Fy Éric di Geneviève Dulude-De Celles; Macrocosmic di Craig Commanda; Le clitoris di Lori Malépart-Traversy; Pile ou Face di Fernand-Philippe; Nouvel an di Marie-Ève Juste. Tutti i film sono in lingua originale con sottotitoli in italiano. Ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili.

 

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome