Fabrizio Moro racconta la sua visione della fede

0

Era circa un anno che mancava dalle scene con un brano inedito, Fabrizio Moro non ha tradito le aspettative nemmeno stavolta. Ho bisogno di credere, primo singolo estratto dal nuovo album Figli di nessuno in uscita il prossimo 12 aprile, è un brano allo stesso tempo delicato e potente, che ti colpisce dritto nello stomaco per la forza del messaggio ma che ti culla con la dolcezza di un testo estremamente poetico.

Non la solita, banale canzone d’amore. Ho bisogno di credere è una riflessione lucida sul valore delle cose nella vita di ciascuno: non oggetti materiali, ma emozioni e sensazioni che ci portiamo dentro giorno dopo giorno. Si parla di fede, nel senso di fiducia, di amore, di rispetto. L’aver bisogno di qualcuno è ciò che rende umani, secondo il cantautore romano.

La penna di Moro è ormai riconoscibile: questo singolo ha tutti gli ingredienti di uno dei suoi più grandi successi e non è difficile inserire questo pezzo tra i migliori pubblicati negli ultimi dieci anni. È un racconto personale, ma come al solito, chi ascolta riesce a identificarsi nei versi che Moro canta.

Dal punto di vista strettamente musicale, Ho bisogno di credere ha una linea melodica essenziale ma efficace. È una canzone che rimane in testa.

Il videoclip è stato girato interamente per le strade di Berlino, con la regia di Giacomo Triglia.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Il testo di Ho bisogno di credere

Ho fede nei silenzi
Colti a un passo dal coraggio
Quando cerco di capire
Il senso del mio viaggio

Ho fede nelle cose che mi aspettano domani
Nelle scarpe che porto
Ho fede in queste mani

Ho fede mentre sento la mia fede che fluisce
Energia imbarazzata che costruisce
Uno spazio illuminante che dà scopo a questa vita
La fede è come un’arma per combattere ogni sfida

Ho fede in te e ho in fede nell’amore
Per descrivere la fede non servono parole
La fede è un conduttore fra un dubbio
E questo immenso quando il resto perde senso

A un passo da domani
A un passo ormai da te
Ma cosa rende umani
Se non un limite?
A un passo dalla voglia che avevamo e ora non c’è
Ho bisogno di credere
Ho bisogno di te

Ho fede nelle buche dove sono inciampato
Nelle mie ginocchia rotte e nei giorni che ho sbagliato
Perché oggi non mi spezzo e non abbasso mai lo sguardo
E se sono così forte lo devo solo al mio passato

Ho fede in te e ho fede nel colore
Delle tue risposte acerbe che trasmettono stupore
La fede è l’impressione di averti sempre accanto
Quando ho camminato tanto

A un passo da domani
A un passo ormai da te
Ma cosa rende umani
Se non un limite?
A un passo dalla forza che avevamo e ora non c’è
Ho bisogno di credere
Ho bisogno di te

Mi manca l’aria, l’aria sotto i piedi
Da una prigione senza sbarre lasciami scappare
Quello che cerco io lo so ma non lo so spiegare
Allora ascolta il mio respiro, io aspetto

A un passo da domani
A un passo ormai da te
Ma cosa rende umani
Se non un limite?
A un passo dalla rabbia che avevamo e ora non c’è
Ho bisogno di credere
Ho bisogno di te
Ho bisogno di credere
Ho bisogno di credere

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome