Ritorna il film Dies Irae in versione restaurata

Domenica 24 marzo 2019 alle ore 17 la proiezione del capolavoro di Carl Theodor Dreyer al MIC- Museo Interattivo Cinema Milano

0
Foto film Dies Irae

Tratto dal romanzo del norvegese Hans Wier- Jensen

Nel 1623 in un villaggio danese il pastore protestante Absalon vive nella sua casa con la madre Merete e con Anna, la sua giovane moglie.  L’ uomo freddo e inflessibile decide di consegnare al giudice Laurentius Marte, una vecchia accusata di stregoneria che viene mandata al rogo dopo essere stata torturata. Anna nel frattempo si sente attratta dalle arti magiche e conosce Martin, il figlio di primo letto del marito che le rileva di essere figlia di una strega.  Tra i due nasce una relazione amorosa intuita da Absalon che stanco dopo un faticoso viaggio e turbato dalla situazione, muore improvvisamente. Allora Merete accusa la nuora di avere ucciso suo figlio usando delle arti stregonesche. Abbandonata dall’ amante Martin, la donna disperata si autoaccusa di ogni crimine e va incontro al suo tragico destino. Girata nel 1943 quando la Danimarca è stata occupata dai tedeschi, Dies Irae è considerata una straordinaria opera espressiva dalla solida struttura narrativa, lenta, severa ed innovativa dal punto di vista linguistico. Il film ottiene un buon successo di pubblico, ma non di critica anche se oggi è riconosciuto come una delle più alte espressioni cinematografiche e un atto di accusa contro ogni forma di supestizione, fanatismo,  intolleranza, stupidità degli uomini e di condanna della tragica epoca della caccia alle streghe nel Medioevo.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome