Firenze ospita una mostra fotografica su David Bowie

0
David Bowie

Dal 30 marzo al 18 giugno Palazzo Medici Riccardi di Firenze ospiterà Heroes – Bowie by Sukita, una mostra che raccoglierà oltre sessanta foto, alcune presentate in anteprima nazionale, scattate dal maestro della fotografia giapponese Masayoshi Sukita all’icona del glam rock lungo i quarant’anni della loro amicizia.

Molti conoscono l’iconica foto della copertina di Heroes, probabilmente i fan più esperti sanno che l’occhio dietro quella foto appartiene al maestro giapponese della fotografia Masayoshi Sukita, ma forse non tutti sanno che la collaborazione fra i due andò avanti ben oltre quel momento, trasformandosi in un’amicizia durata oltre quarant’anni.

Bowie e Sukita si incontrano nel 1972, quando il fotografo giunse a Londra dopo aver già sperimentato il fascino di New York e della sottocultura pop, influenzata all’epoca dalla figura istrionica di Andy Warhol. A New York Sukita aveva ritratto Jimi Hendrix nei mesi precedenti alla sua morte e forse non si aspettava che un’altra leggenda del rock avrebbe incrociato il suo cammino. Tuttavia, giunto a Londra, s’imbatté in un cartellone del concerto di The Man Who Sold the World. Non sapeva chi fosse David Bowie ma gli arrivò forte e chiara la potenza comunicativa del poster. Decise quindi che doveva assistere a quel concerto.

Rispetto a quella prima sera Sukita ricorda: «Vedere David Bowie sul palco mi aprì gli occhi sul suo genio creativo. Vidi la performance di Bowie con Lou Reed e fu estremamente potente. Bowie era completamente diverso da tutti gli altri rocker, aveva un qualcosa di speciale che sentivo di dover fotografare».

Grazie all’aiuto dell’amica e stylist Yasuko Takahashi(mente dietro alle prime sfilate di londinesi di Kansai Yamamoto, lo stilista che disegnò i costumi di scena di David Bowie durante il periodo di Ziggy Stardust), Sukita riuscì a proporre un portfolio con i suoi lavori all’allora manager di Bowie che gli accordò uno shooting. Questo servizio fotografico, tenutosi nell’estate del 1972, diede inizio alla quarantennale amicizia fra i due artisti.

La location della mostrasarà Palazzo Medici Riccardi, dimora quattrocentesca della Famiglia Medici. È uno dei palazzi fiorentini più ricchi di storia e fascino. Antico e moderno si fondono dando la possibilità ai visitatori con lo stesso biglietto di vedere lo splendido lavoro che Sukita ha dedicato al Bowie artista e amico, ma anche di visitare il prestigioso palazzo.

Chiudiamo con un consiglio per chi, oltre a visitare la mostra su Bowie, voglia fermarsi a dormire a Firenze per una visita più approfondita della città. Ecco tre indirizzi di pregio: l’Hotel Brunelleschi (uno degli alberghi di maggior prestigio), il Palazzo Ruspoli (nel cuore del centro storico, a due passi da Piazza Duomo) e gli Appartamenti in Piazza della Signoria (sistemazione ideale per famiglie o per piccoli gruppi di amici).

David Bowie

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Redazione
Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome