Una giusta causa

Come una studentessa di legge arrivò alla corte suprema

0

Una giusta causa
di Mimi Leder
con Felicity Jones, Armie Hammer, Justin Theroux, Sam Waterston e Kathy Bates.
Voto Educativo

Ritorna Mimi Leder, produttrice tv e regista intermittente di pochi curiosi film (The Peacemaker, Deep Impact, Un sogno per domani, The Code). E soprattutto prima donna ammessa all’American Film Institute. Il dato è interessante, perché questo biopic è la storia di una studentessa di legge che mentre aiuta il marito futuro avvocato (gravemente malato) e accudisce la famiglia, riesce a laurearsi in legge ad Harward, poi alla Columbia, poi a insegnare diritto e infine, non doma, a cambiare le leggi americane sulla parità di diritti uomo/donna (il titolo originale è On the Basis of Sex) portando alla corte suprema il caso di un uomo celibe che non aveva diritto a sconti di tasse per aver accudito la madre malata. In sostanza con la geniale avvocatessa convinse la corte a cambiare tutte le leggi che discriminavano le donne partendo dall’ipotesi di aggiungere una variazione a una legge che discriminava un uomo. È la storia di Ruth Bader Ginsburg, una delle quattro donne arrivate al ruolo di giudice della Corte Suprema. Il film è una specie di commedia brillante educativa, ma se presa per il giusto verso convince a iscriversi a legge.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome