Fratelli nemici

Il poliziotto e lo spacciatore che sono cresciuti insieme

0

Fratelli nemici
di David Oelhoffen
con Matthias Schoenaerts, Reda Kateb, Sabrina Ouazani, Astrid Whettnall, Gwendolyn Gourvenec.
Voto Gia visto

È un polar da banlieue con un poliziotto di origine nordafricana, Idris, ripudiato dalla famiglia perché entrato nella narcotici, quindi di mestiere cacciatore di connazionali spacciatori, insomma, i suoi compagni di infanzia e di strada. Strada facendo capiremo che anche se lui dice che era l’unico lavoro che la sua faccia gli concedeva, le motivazioni sono più alte. Viene ucciso un  piccolo spacciatore, un amico che Idris utilizzava per riuscire a incastrare i responsabili dei traffici pesanti, e si ritrova in fuga e sospettato Manuel, un altro compagno d’infanzia. La dialettica legale/illegale si sposta su un ulteriore piano razziale e ricorda quella dei western tra due amici che si rispettano e si odiano perché stanno in campi opposti. E tutto quello che avviene è molto già visto, ben fatto forse, ma senza sorprese. È passato all’ultimo festival di Venezia.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome