Armeni, Una Storia Millenaria a Il cinema e i Diritti

Venerdì 5 aprile 2019 al Grand Hotel Colombo, Corso Buenos Aires, 3 Milano alle ore 20 il docufilm diretto da Antonello Ghezzi dedicato alla lunga storia del popolo armeno

0
Foto popolo armeno

Lele Jandon, divulgatore ed attivista sociale, filosofo conduce la serata

Fra il 1915 ed il 1923, approfittando della Prima guerra mondiale, il governo nazionalista dei Giovani Turchi di Costantinopoli (odierna Istanbul), mantenendo la politica spietata di dominio parassitario del distruttivo Impero Ottomano, fu responsabile della pianificazione dello sterminio estremamente crudele di quasi un milione e mezzo d’inermi armeni (uomini, donne, bambine e bambini) nell’attuale Turchia e nell’Armenia storica, usando anche allo scopo la minoranza curda: un crimine contro l’umanità che ha ispirato anche Adolf Hitler. In occasione della Giornata della Memoria del Genocidio Armeno, il 24 aprile, il cinetalk propone il docufilm che racconta la lunga storia del popolo armeno, delle sue terre stupende, dell’Armenia storica chiamata Eden dagli occidentali e vari aspetti caratteristici della sua cultura, provando, con il contributo di autorevoli testimoni ebrei, denunciatori del genocidio, a capire le ragioni profonde dell’odio contro questo popolo industrioso, creativo, pacifico e amante della bellezza. Gran parte del film è stato girato nell’affascinante e sui generis città di Fresno, nella favolosa California, con un tour delle stupende chiese della numerosa comunità armena locale. Ospite d’onore sarà il soprano Ani Balian, milanese armena, che subito dopo la proiezione terrà una conferenza multimediale dal vivo in cui, fra un brano musicale e l’altro (tutti brani salvati da un etnomusicologo armeno, Gomidàs), ci racconterà questa pagina di Storia ingiustamente poco nota nonostante la vastità della letteratura storico-scientifica. La coinvolgente performance sarà intermezzata dal racconto da parte dell’artista-divulgatrice e dalla recitazione delle stupende poesie dei giovani poeti armeni uccisi nel genocidio. Il documentario contiene altresì una strabiliante carrellata di armeni famosi, inventori come Steve Jobs e artisti (da Charles Aznavour al Premio Oscar Cher) e brevissimi estratti dai film Il Padre (mai uscito in Italia) e The Promise con il Premio Oscar Christian Bale. Gran finale con un dolcetto armeno in omaggio. Ingresso 15 euro.

 

 

 

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome