Billie Eilish, la millennial dei record torna in Italia

La giovanissima artista statunitense, regina delle chart in tutto il mondo, sarà tra i protagonisti di Milano Rocks il prossimo 31 agosto.

0

Una carriera iniziata solo nel 2016 con la pubblicazione, il 18 novembre, del primo singolo, Ocean Eyes, che vende più di un milione di copie solo negli Stati Uniti, Billie Eilish, cantautrice statunitense classe 2001, ha già collezionato numeri da star di primissimo livello: miliardi di stream su Spotify, artista donna più giovane ad aver mai raggiunto la vetta della chart UK e prima nata negli anni duemila a conquistare il primo posto negli USA (Billboard 200), un tour mondiale da Londra allo Utah le cui date sono andate tutte sold out.

Il primo album di Billie, When we all fall asleep, where do we go?, 14 tracce scritte come sempre a quattro mai con il fratello Finneas, è uscito il 29 marzo e ha esordito al primo posto in più di dieci paesi, aprendo con 800mila pre-orders su iTunes (mai accaduto prima) e arrivando a contare quasi 340 milioni di stream su Spotify in una settimana; pubblicato anche in versione cd deluxe contenente l’album + 3 cartoline, un poster, tatuaggi e adesivi, il suo lancio è stato accompagnato da diverse iniziative in tutto il mondo a partire da una esclusiva ed eccentrica listening session in un museo di Los Angeles.

La giovanissima artista torna quest’estate in Italia per bissare il successo dello scorso 21 febbraio, quando il suo live al Fabrique di Milano è stato accolto dai suoi fan con un tale entusiasmo da ottenere il tutto esaurito in pochi giorni: il prossimo 31 agosto, dunque, Billie Eilish salirà sul palco del Milano Rocks, per quello che si preannuncia un concerto esplosivo.

In una caustica e sincera intervista a Rolling Stone del febbraio di quest’anno, Billie descrive se stessa e la sua passione per le atmosfere dark al limite dell’horror con queste parole: «C’è un incendio enorme sulle colline della California. Ora è una cosa naturale, ma una grande parte di L.A. è in fiamme e non c’è niente che tu possa fare. I cieli sono tutti grigi e arancioni, ed è naturale. Ci sono sparatorie a scuola tutto il tempo e questo è normale. È tutto una merda! Questo è il nostro mondo normale e non è strano per noi perché è quello che abbiamo sempre avuto. È come se le cose fossero così fottute, devo dirlo in qualche modo».

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Per tutte le informazioni, vi rimandiamo al sito ufficiale della manifestazione.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Chiara Rita Persico
Classe ’83, nerd orgogliosa e convinta, sono laureata con lode in ingegneria dei sogni rumorosi ed eccessivi, ma con specializzazione in realismologia e contatto col suolo. Scrivo di spettacolo da sempre, in italiano e in inglese, e da sempre cerco di capirne un po’ di più della vita e i suoi arzigogoli guardandola attraverso il prisma delle creazioni artistiche di chi ha uno straordinario talento nel raccontarla con sincerità, poesia e autentica passione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome