The Voice: al via il talent Rai con Simona Ventura ( e molte novità)

0

Se c’è un talent che ha avuto una storia un pochino travagliata è quello che avrebbe dovuto essere la punta di diamante per la musica in casa Rai, ovvero The Voice. Format internazionale che ha subito un lungo stop, il talent ritorna il prossimo 23 aprile su Rai2 condotto da Simona Ventura (e varie incertezze addirittura sull’inizio o meno della trasmissione). A partire dalla conduzione sicuramente brillante che regalerà Super Simo, è evidente la ricerca di un rilancio in grande stile attraverso un nuovo cast (che ha già avuto diverse critiche) e un meccanismo rinnovato.

Il punto di forza del programma dovrebbe essere proprio la dicotomia fra la Ventura e i 4 nuovi coach Gigi D’Alessio, Elettra Lamborghini, Morgan e Gué Pequeno. Quattro personalità totalmente diverse e un Morgan che, oltre l’evidente preparazione musicale, si è spesso scontrato nelle sue esperienze ai talent sia con i colleghi che i concorrenti.

Le puntate saranno 8 di cui  5  dedicate alle Blind Auditions, le ormai iconiche “audizioni al buio” che si svolgeranno in uno studio completamente rinnovato. Nella prima fase saranno 100 gli aspiranti concorrenti che, accompagnati da una band live, tenteranno di conquistare i quattro coach, ma solo 24 di loro arriveranno alla Battle. In questa seconda fase, i talenti di ciascuna squadra si sfideranno fra loro e solo i 12 rimasti, 3 per team, accederanno alla fase di Knockout”, l’ultima prima della finale. A questo punto spetterà a ciascun coach il compito di scegliere l’unico rappresentante del proprio team che, nella finalissima live, sarà sottoposto al giudizio del pubblico a casa. Durante le Blind Auditions” della scorsa edizione era stato introdotto – per la prima volta in Europa – il Blocca coach, ossia la possibilità per ciascuno di escludere un collega nella scelta di un talento. finalein onda in diretta giovedì 4 giugno 2019 vedrà i finalisti accompagnati da un corpo di ballo e da una band di 13 elementi e verranno votati in diretta dal pubblico che potrà interagire attraverso i social network e il web. Saranno infatti proprio gli spettatori a casa a determinare il vincitore assoluto di “The Voice of Italy 2019, che si aggiudicherà un contratto discografico con Universal Music Italia.

Simona si dimostra entusiasta e carica per questo suo ritorno in Rai, dopo anni di esperienze nuove su altre reti spesso travagliate e momenti di assenza (voluti) per dedicarsi alla sua famiglia e scegliere le strade professionali da intraprendere. Il cast potrebbe essere interessante anche se, come accade in quasi tutti i talent, rischia di offuscare quello che dovrebbe essere lo scopo principale: scovare nuove personalità per la musica che diano linfa creativa al mercato discografico italiano. Fra tutti, stupisce il nome di Elettra Lamborghini, nipote del costruttore Ferruccio, che possiede un vero e proprio impero grazie alla prestigiosa famiglia d’origine. Potrebbe essere lei a scombinare le carte e, soprattutto, a scatenare le polemiche che daranno pepe alla trasmissione.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome