Le perle degli Stati Uniti: l’Antelope Canyon e l’Horseshoe Bend

0

Oggi voglio sbilanciarmi: ho trovato il posto più bello di tutto questo viaggio, l’Antelope Canyon. Ci troviamo a Page, in Arizona, una cittadina fondata nel 1957, ma che, ogni anno, grazie alla sua posizione strategica, ospita più di 3 milioni di turisti. A poche miglia di distanza ci sono infatti il Lake Powell, l’Horseshoe Bend e, appunto, l’Antelope Canyon.

L’Antelope Canyon si trova all’interno della riserva indiana Navajo e per questo motivo non fa parte dei parchi nazionali statunitensi. E’ caro (tra i 60 e i 120 dollari a persona) e per essere visitato richiede obbligatoriamente la presenza di una guida, ma posso garantire che i soldi spesi sono giustificatissimi. Il Canyon è diviso in due parti, l’Upper e il Lower. L’Upper è il più famoso e visitato, è il più accessibile e presenta un fenomeno unico: i raggi del sole penetrano all’interno del canyon creando dei giochi di luce mozzafiato. E’ un fenomeno particolare che riesce solamente nelle ore centrali della giornata e per pochi minuti. Pura magia.

L’Horseshoe Bend invece è un meandro del fiume Colorado a pochi chilometri dalla città. La sua conca a forma di ferro di cavallo profonda 300 metri è diventata così iconica che, con ogni probabilità, presto diventerà un vero e proprio parco con tanto di biglietto d’ingresso. Il precipizio che si affaccia sul dirupo è tanto bello quanto pericoloso: tante, troppe, infatti le morti che sono avvenute a causa di “selfie estremi”.

L’Horseshoe Bend

La magia dell’Antelope Canyon:

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Mattia Luconi
Di origini torinesi, ma trapiantato ormai da diversi anni in quella magnifica terra che ha dato i natali ai più grandi musicisti italiani, l'Emilia. Idealista e sognatore per natura, con una spiccata sindrome di Peter Pan e con un grande amore che spazia dal Brit rock passando per quello a stelle e strisce, fino ai grandi interpreti italiani. Il tutto condito da una passione pura, vera e intensa per la musica dal vivo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome