Sharp ritorno in grande stile. Firmato Pininfarina.

0

Sharp ha mostrato importanti novità in occasione della Design Week a Milano confermando la collaborazione con Pininfarina per il design delle nuove TV del settore Premium e per alcuni prodotti audio. Al famoso studio di Moncalieri è stato affidato il compito di creare una linea capace di unire la tecnologia giapponese con l’arte italiana del design. È nata cosi la collezione “SHARP by Pininfarina” che propone tre nuovi televisori Aquos e una gamma di prodotti audio che includono una soundbar, un sistema hi-fi all-in-one, un party speaker e un diffusore Bluetooth.

La scelta di collaborare con il celeberrimo marchio storico del design italiano – creatore di auto da sogno, dalle Alfa Romeo alle Ferrari – puo’ stupire. In realta il design della casa torinese si è espresso in vari campi con proposte e realizzazioni anche lontane dal mondo automotive. E la TV – diventata oggi da semplice elettrodomestico a fonte di intrattenimento e centro del design nell ambiente “living”- non poteva mancare nel carnet di progetti di Pininfarina che sicuramente riuscirà a scrivere la parola fine alla monotona invasione di tanti schermi che ormai si distinguono solo per il numero di pollici.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Avatar
Sono nato a Milano. Negli anni 80, laureato in filosofia, ho iniziato come copywriter all’Ufficio Pubblicità  di Rizzoli Libri.  Negli anni 90 ho collaborato con l’Europeo - novità tecnologiche - e successivamente con Brava Casa, Anna, Milleidee e Max. All’inizio del nuovo secolo, addetto stampa alla start up che ha creato RCS WEB, ho continuato  a scrivere su Max,  con contributi al mitico spin off tecnologico Max 2.0 ora da collezionisti. Collaborazione proseguita in Gazzetta dello Sport.it.  Dal 2009 al 2012 ho scritto anche sul  mensile filosofico scientifico KOS. Il mio avatar l’ha  scelto mia figlia Irene, con la quale condivido l’idolatria per Bob Dylan, ma che non sopporta la mia passione per le opere di Mozart.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome