Stanlio e Ollio

Stan Laurel e Oliver Hardy nella tournée europea di fine carriera. Verso la morte

0

Stanlio e Ollio
di Jon S. Baird
con Steve Coogan, John C. Reilly, Nina Arianda, Shirley Henderson, Danny Huston.
Voto Malinconico

Per chi è giovane e per chi non lo sa: Stan Laurel e Oliver Hardy, il magro e il grasso, Stanlio e Ollio per gli italiani (Ollio era doppiato da Alberto Sordi), sono stati protagonisti di splendide comiche cinematografiche nell’epoca d’oro del bianco e nero. Per alcuni erano superiori a Chaplin. Un meccanismo a orologeria di gag in coppia, in apparenza “facili”, spesso mute, comprensibili a tutti, geniali, pensate dal magro e ingegneristico Stanlio e rifinite dall’“ignorante” e istintivo Ollio. Jon S. Baird  li coglie sul finire della parabola, quando il loro tempo è in chiusura, in una piovosa tournée europea tra Gran Bretagna e Irlanda dopo la seconda guerra mondiale. Una tournée a cui i loro impresari non credono e che invece si trasforma strada facendo in un trionfo: recuperano il loro repertorio dal vivo e attraversano una delle più crude crisi del loro sodalizio professionale e della loro amicizia. Avevano dilapidato capitali in bevute e divorzi a catena, avevano sempre lavorato insieme vivendo le separazioni professionali come tradimenti. La salute del grasso Hardy era minata. Il tema è squisitamente letterario: seguire i buffoni verso la morte. Miti così o si affrontano come i biopic  su Gandhi e Chaplin (cerchi di gestire il teatrino dei sosia e il museo delle cere in movimento) o usi somiglianza e trucco e lasci agli attori farti dimenticare che sono altri attori. Steve Coogan per Stanlio e John C. Reilly per Ollio accettano il trucco e riproducono con grande umiltà (e bravura) le gag più famose.  Poi aggiungono la parte migliore: trasformano le tribolazioni dei signori Laurel e Hardy in comiche di Stanlio e Ollio. E qui sono grandi: sembra un inedito.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome