Non sono un assassino

Chi ha ucciso il giudice Boni? Il superpoliziotto Scamarcio? E cosa c'è nel cassetto?

0

Non sono un assassino
di Andrea Zaccariello
con Riccardo Scamarcio, Alessio Boni, Edoardo Pesce, Claudia Gerini, Sarah Felberbaum
Voto Incasinato e un po’ mancato

Il giudice (Boni) è morto alla sua scrivania. Un colpo di pistola. L’ultimo che l’ha visto vivo è il vicequestore  (Scamarcio), suo amico d’infanzia. Chiude il triangolo l’avvocato (Pesce) un po’ stalker e un po’ alcolista, che non esercita più ma che per l’amico vicequestore torna in tribunale. La storia avanza per ricordi e anticipazioni. E tutto, dalle testimonianze alle evidenze, va contro il superpoliziotto che in effetti guida macchine e abita case che un servitore dello Stato in quella funzione di solito non può permettersi, e usa contro il crimine metodi sbrigativi e maneschi che peraltro piacevano al giudice morto. È stato lui? L’unica cosa che non avrebbe è un movente. Tra i tre c’era sempre stato di mezzo un cassetto segreto della scrivania del giudice: a turno ne detenevano la chiave con l’impegno di non aprire mai il cassetto. L’intrigo tra passato e presente, privato e politico, sentimentale e amicale, professionale e no è così intricato che a un certo punto smette di intrigare, ed è un peccato perché una brillante soluzione annega in un mare di particolari spesso appesantiti dalla retorica. Da un romanzo di Francesco Caringella.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome