That’s Football: un duetto tra Roger Taylor dei Queen e il portiere dell’Arsenal Petr Cech

0
That's Football
Sembra proprio che il calcio e il rock vadano a braccetto, come la coppia inedita fra Petr Cech e Roger Taylor. Coppia già vista in un video in cui il pluricampione portiere dell’Arsenal, che si appresta a disputare la finale di Europa League 2019 a fine mese, “drummeggia” con l’estroso batterista dei Queen sempre pronto a fare musica. Ai tempi (2013) era solo una jam, stavolta invece hanno inciso un pezzo da stadio, lo si può definire solo così.
Un rock da 2:29 che ricorda il periodo Shove it dei The Cross capitanati dal Queen biondo, del 1987, con cori sportivi di curva in sottofondo e una struttura batteristica da marcia, con colpi decisi come un martello su un incudine, un inno al gioco del calcio con un’enumerazione di motivi o collanti fra i supporter, i calciatori, il mondo… il tutto cantato da entrambi e solo il ceco ai tamburi… la chiusura dei versi è un: that’s football!
Vocaboli come ‘lavoro duro’, ‘sacrificio’, ‘scopo’, ‘pubblico’, ‘segnare’, ‘ruggito’, ‘vittoria’, ‘gloria’, ‘fama’… ma anche ‘cartellino rosso’ scanditi vivacemente come un mantra, come un canto maori enfatizzati dal suono originale da stadio… chissà se Cech in cuffia quando sarà nell’autobus che lo porterà al ‘pitch’ della finale, avrà questo pezzo per caricarsi…
Chissà se troverà posto come soundtrack della prossime edizione dei videogiochi Fifa…
Per la cronaca il calcio ha attratto l’arte di Taylor anche nel 1998 quando rilasció un suo singolo estratto dall’album Electric Fire, Pressure On, i cui proventi andarono a favore dei tifosi del Manchester, sponda United, per aiutarli contro l’ipotesi di acquisto del club, da parte di Rudolph Murdoch, storico ‘nemico’ di Taylor.
Qui la sua dichiarazione dell’epoca: “Ho sentito al telegiornale che la Independent Manchester Supporters Association aveva un disperato bisogno di mezzi per mobilizzare la propria opposizione al grande Golia. Visto che ero in condizione di poter aiutare, mi sono sentito in dovere di farlo. Spero che adesso altri si facciano avanti allo stesso modo, per aiutare questi tifosi, gente comune, a tenersi la squadra che amano”.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome