Green Book, il film pluripremiato agli Oscar al Cinema senza barriere

Mercoledì 15 maggio 2019 all’Anteo Palazzo del Cinema di Milano 19.30 la proiezione della pellicola per disabili sensoriali ipovedenti e sordi assieme al normale pubblico

0
Foto film Green Book

Nell’ambito della rassegna ideata da A.I.A.C.E Milano

Il buttafuori Tony Lip (Viggo Mortesen), un italo americano rozzo e diseducato, è assunto come autista dall’ afromericano Don Shirley (Mahershala Ali), uno dei pianisti jazz più famosi al mondo, per accompagnarlo in una tournèe in giro per gli stati del Sud (è il 1962), dove i diritti civili delle minoranze etniche sono calpestati. Shirley si affida allora al Negro Motorist Green Book che contiene una mappa di motel ristoranti e pompe di benzina in cui anche gli afroamericani sono ben accolti. Questo viaggio sarà un’esperienza di vita per Tony che imparerà a conoscere una realtà a lui poco nota, quella della discriminazione razziale, ma anche per Ali sarà l’occasione per rivedere il suo modo di pensare e di giudicare gli altri. Tra i due, dopo gli iniziali contrasti, nascerà una profonda amicizia che durerà per oltre 50 anni fino alla scomparsa di entrambi nel 2013 a soli tre mesi di distanza l’uno dall’ altro. Tratto da una storia vera, il film, una riflessione sul pregiudizio razziale e sul rispetto delle reciproche differenze, ha avuto un grande successo di pubblico in tutto il mondo. Il progetto Cinema senza barriere ideato nel 2005 da A.I.A.C.E. Milano, a cura di Eva Schwarwald e Romano Fattorossi, promuove il diritto per chiunque di andare al cinema, non udenti e non vedenti inclusi nella stessa sala con persone normodotate.

 

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome