Massimo Riva, il ricordo di Andrea Innesto: «Un uomo di cuore e di coraggio»

0

Andrea Innesto, alias “Cucchia”, a lungo ha diviso il palcoscenico con Massimo Riva. Sono stati insieme nella Steve Rogers Band e con Vasco Rossi. Gli abbiamo chiesto un ricordo di Massimo, nel ventennale della sua scomparsa.

Ti ricordi quando hai conosciuto Massimo Riva?
L’ho conosciuto quando per la prima volta andai a fare le prove con Vasco Rossi al capannone di Casalecchio. Prima di lui, della band, avevo già conosciuto Mimmo Camporeale. Era il mese di aprile del 1985.

Vi frequentavate anche fuori dal lavoro?
No, non molto. Eravamo giovani e con idee diverse, ognuno aveva la sua indipendenza di vita. Con Massimo c’è stata una bellissima collaborazione, ma legata a quello che era il concerto di Vasco.

Che persona era Massimo Riva?
Era un grande animale da palcoscenico, un uomo di cuore e di coraggio. Era un buonissimo chitarrista ritmico ed un creativo, ha scritto tante buone canzoni.

Un aneddoto su un pezzo scritto da Massimo?
È legato alla canzone Non mi va. Negli anni ’80 funzionavano molto gli Spandau Ballet e i Duran Duran. E Massimo mi pare di capire che prese l’ispirazione di Non mi va da Notorius, successo dell’epoca dei Duran. Fece un pezzo che era un crossover tra il funky e il rock: il giro di basso potrebbe ricordare mille pezzi funky del passato. L’idea era molto bella.

Era un chitarrista tecnicamente dotato Massimo?
Non era dotatissimo tecnicamente e musicalmente, Massimo suonava com’era, il risultato finale era l’espressione della sua anima. Suonava in una maniera molto diretta, molto cruda, con un buon senso ritmico. Ha avuto molto coraggio e ha fatto un mucchio di belle cose, anche quando ha provato la strada da solista.

C’è un concerto che ricordi in modo particolare?
Tanti, però il più emozionante che ricordo è quando è ritornato con noi nel 1995, in occasione di Rock sotto l’assedio. C’erano tante congiunzioni, era un piacere ritrovarsi.

È vero che l’hai sognato?
Sì, è successo recentemente, e mi ha detto «segui la strada del cuore».

Come hai saputo della sua scomparsa?
Eravamo in attesa alle prove, lui non arrivava, avevamo tutti una sensazione, un presentimento. In quel momento stava vivendo una fase piuttosto critica, ma queste cose non si codificano. Non stava bene in quel periodo, vederlo sparire così di punto in bianco è stata una bruttissima notizia per tutti. La notizia che non vorresti mai sentirti dire.

P.S. 1

Domani, mercoledì 15 maggio, alle ore 18, presso la libreria Ambasciatori di Bologna (via degli Orefici 19) si svolgerò la presentazione del libro Massimo Riva vive!, scritto da Claudia Riva con Massimo Poggini (Baldini+Castoldi). Saranno presenti, oltre agli autori e ad Andrea “Cucchia” Innesto, Maurizio Solieri, Mimmo Camporeale, Beppe Leoncini e Stefano Bittelli. Modera Fernado Pellerano.

Andrea Innesto

P.S. 2

In questo periodo Andrea Innesto sta portando in giro uno spettacolo intitolato Memo Kid’s live show.
Il repertorio comprende brani d’autore originali ma anche una serie di successi internazionali e italiani noti al grande pubblico. Un percorso cronologico che inizia dagli anni 40 sino ai giorni nostri: ogni brano è supportato da proiezioni video. Ne scaturisce uno spettacolo dinamico e frizzante concepito per suscitare emozioni.

Qui di seguito il video promo di Memo Kid’s live show:

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome