Core Festival, il 7-8-9 giugno a Treviso: tutte le info

0

Core Festival Aperol Spritz, la tre giorni di musica ed eventi organizzata da Home in collaborazione con Aperol Spritz che si svolge nella zona Dogana di Treviso dal 7 al 9 giugno, porta in scena i migliori artisti made in Italy. Questa è la prima edizione di un progetto totalmente innovativo nel panorama musicale italiano.

Core Festival è il risultato dell’amore di Home per la sua città natale, il suo cuore: Treviso, un’idea nuova con la musica italiana come fondamenta. Il founder, Amedeo Lombardi, presenta così l’evento: «Sono passati dieci anni e siamo diventati maturi e la maturità porta a naturali cambiamenti, a cercare nuovi e ponderati stimoli, a creare nuove iniziative con saggezza e serietà. Avevamo bisogno di un nuovo progetto ed ecco Core Festival Aperol Spritz, nato dall’amore per la nostra città e pianificato con professionalità ormai decennale. La svolta proporrà infatti un cambio di paradigma, proponendo per la prima volta, a livello nazionale, il meglio delle tendenze musicali italiane, ambientate in uno spazio che avete conosciuto negli anni passati, dove saranno riproposte e rese più brillanti. Questo è un nuovo progetto legato al territorio, ma con un’idea già precisa e pianificata, realizzato grazie alla sinergia con un’azienda, l’Aperol Spritz, con cui condividiamo i valori ed il modo di celebrare Treviso: i residenti, l’amministrazione comunale, le categorie economiche, tutte le persone che da sempre credono in Home».

 L’AREA DEL FESTIVAL E I PALCHI
L’area di sviluppo del Core Festival sarà sostanzialmente la stessa dove Home Festival è nato e cresciuto per nove anni, ma le novità non mancheranno, su tutte la grande opera d’arte permanente, realizzata grazie alla partnership con Sun68, che porterà la firma dell’artista Zamoc, modenese di 33 anni noto in tutto il mondo. L’opera che nascerà sarà una sorpresa per tutti e sarà svelata solo nei giorni del Festival.

Il main stage sarà collocato nella solita zona, si chiamerà Aperol Spritz Stage. Di fianco, la consueta struttura sopraelevata, l’Altana Aperol Spritz dalla quale si possono ammirare i live in prima fila e alla quale si può accedere solo con lo speciale bracciale. Sul lato opposto dell’ex Dogana, da tradizione, sorgerà poi l’enorme struttura circense, il Sun68 Stage, di fianco alla quale sarà predisposto il mini luna park, che tra gonfiabili e giostre da tradizione farà divertire tutti. In questa zona ci saranno anche le Jeep, che su un percorso progettato appositamente si metteranno in mostra e potranno provare le qualità dell’auto. Terzo palco  presente sull’area, l’Harley Davidson Treviso Stage. A contorno, la press aerea realizzata da Diadora dove verranno realizzate le interviste per gli artisti e  un’area lounge per tutti i giornalisti  che verranno in visita. La conferma dello stile-Home con la presenza dell’area market, dei punti cibi e bevande di qualità, zone di intrattenimento e molti servizi.

LA PROGRAMMAZIONE ARTISTICA GIORNO PER GIORNO
Venerdì 7 giugno
il primo headliner a far pulsare i cuori del Core Festival è Calcutta, il fenomeno indie pop italiano che colleziona un sold out dopo l’altro. Arriva poi la band più irriverente della nuova musica italiana, i Pinguini Tattici Nucleari. Presente anche Ghemon, cantautore italiano tra i big selezionati per il Festival di Sanremo 2019, e poi lei, la cantante mascherata più famosa della scena, Myss Keta. Dopo di lei, ci sono anche I Miei Migliori Complimenti, Postino, il dj e produttore italo-canadese Bruno Belissimo, il pop stravagante di Auroro Borealo, Costiera, Jolly Mare dj set e la band trevigiana La Scimmia.

Sabato 8 giugno a tutto rap con Salmo, Gemitaiz e Achille Lauro. Ma non finisce qui, ci sono anche il rapper Luché, Ketama126 e gli immancabili amici Rumatera con la loro travolgente energia punk rock in puro dialetto veneto. E poi, il collettivo artistico SXRRXWLAND, Christian Effe, il noto dj resident dell’Home, con le sue evoluzioni sonore, il pop del cantautore Dola e il rap dei Fuera. Sabato ancora potere alla consolle con il dj set di Susum e di Raphael Delaghetto, e infine Halba X Foldino, Giovaneeffe e A.Kawa.

Domenica 9 giugno J-Ax prosegue al Core Festival i suoi festeggiamenti per i 25 anni di una carriera di grande successo. E lo fa assieme a Dj Jad riunendo gli Articolo 31, band che ha fatto la storia del panorama italiano degli Anni novanta. Non poteva di certo mancare la band rivelazione dell’anno, i Måneskin, e ci sarà anche Emis Killa. Domenica ad arricchire ulteriormente il cartellone artistico, arrivano altre perle musicali: il cantautore, musicista e producer romano Leo Pari, il romagnolo Duo Bucolico e Davide Petrella, il mago dei tormentoni italiani, autore di canzoni come Pamplona e Vorrei ma non posto. E poi si vola dalle ambientazioni post elettroniche a graffi retrò di Nostromo al pop sintetico di Fosco17 fino alle sonorità rap del trevigiano Lee Odia; e ancora, la musica del cantautore Bruno Sponchia, l’ensemble dell’eclettica Funkasin Street Band, le sperimentazioni elettroniche degli Holograph e per concludere, le peripezie folk della FGM B-Folk Band.

NAVETTE DI MOM E PARCHEGGI GRATUITI
Grazie alla rinnovata collaborazione con Mom, con il supporto del comando della Polizia Locale è stata ottimizzata e realizzata una nuova viabilità. Sono state organizzate delle navette non a pagamento per garantire a tutti parcheggi gratuiti e un servizio in totale sicurezza. Le zone di carico e scarico sono state programmate utilizzando le fermate pre-esistenti di Mom site, nella zona della Stazione, di Porta San Tomaso e nell’area del Mercato Ortofrutticolo, del Panorama e dell’Appiani con arrivo ad inizio serata e partenza durante tutto il festival in Via Boiago, zona adiacente all’area Dogana. Le navette funzioneranno dalle 15 alle 4. Tutti i giorni ci saranno mezzi ad alta capienza di rinforzo su questo circuito per le ore di punta. Sarà inoltre attivato un mezzo indipendente anche lungo la linea parcheggio scambiatore Stadio Monigo, con carico e scarico in via dei Campi Sportivi.

Lato parcheggi, è confermata l’area nelle immediate vicinanze del Festival: qui potranno parcheggiare le donne in stato di gravidanza e i diversamente abili. Le bici, come al solito, potranno sostare vicino all’ingresso del Festival e le moto in via Le Canevare. Da segnalare anche la presenza dei parcheggi a pagamento dell’aeroporto come punti di appoggio più vicini all’area.

TURISMO FESTIVALIERO, LA VISITA GUIDATA
Sul fronte della promozione turistica, gli IAT di Treviso (gestito dal Comitato UNPLI Treviso), organizzano in occasione di Core Festival 2019, una visita guidata ad hoc chiamata “Core di Treviso”, sabato 8 giugno alle ore 15.00 (durata 2 ore circa), con partenza dallo IAT Treviso centro (Piazza Borsa, 4). I partecipanti saranno accompagnati da una guida turistica abilitata tra i siti storico-artistici che caratterizzano il centro storico, ossia il “cuore” di Treviso. La quota di partecipazione è 6 euro. Per i partecipanti al Core festival, presentando il biglietto al momento del pagamento, sarà applicata la tariffa speciale di 5 euro. Prenotazione obbligatoria, contattando l’ufficio IAT Treviso centro al telefono 0422.595780 oppure via mail a info@turismotreviso.it.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Andrea Giovannetti
Nato a Roma nel 1984, ma vivo a Venezia per lavoro. Musicista e cantante per passione e per diletto, completamente autodidatta, mi rilasso suonando la chitarra e la batteria. Nel tempo libero ascolto tanta musica e cerco di vedere quanti più concerti possibili, perchè sono convinto che la musica dal vivo abbia tutto un altro sapore. Mi piace viaggiare, e per dirla con le parole di Nietzsche (che dice? boh!): "Senza musica la vita sarebbe un errore".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome