Tiziano Ferro, il coraggio di rinnovarsi: ecco a voi il suo nuovo inizio, con Buona (Cattiva) Sorte

0
Tiziano Ferro
© Foto di Riccardo Medana

Ci vuole coraggio nel rinnovarsi, cambiare, nella vita come nella musica, perché in fondo, quando tutto funziona perfettamente, cambiare rotta può trasformarsi in un prevedibile rischio. E di questi tempi, fatti di suoni tutti uguali, canzoni scritte più o meno dagli stessi autori (e che suonano quasi tutte allo stesso modo), voci di cantanti affini tra di loro, che a malapena si distinguono, fare un tuffo carpiato nel cambiamento, diventa un vero e proprio salto nel vuoto. Quando poi sei un cantautore di successo, come Tiziano Ferro, con (quasi) diciotto anni di carriera alle spalle (il 22 giugno 2001 usciva Xdono), hai piazzato ai vertici delle classifiche tutti i tuoi precedenti album, scritto tra le pagine più belle della musica italiana degli ultimi anni, da te ci si aspetta chiaramente il massimo, e di primo acchito, forse, non si comprende appieno il lampante e spasmodico desiderio di sperimentare.

E nel nuovo singolo, Buona (Cattiva) Sorte, in uscita oggi, 31 maggio (anche in versione spagnola, Buena/Mala Suerte – primo anticipo del nuovo album di inediti, Accetto Miracoli, out dal 22 novembre) il cambiamento ce lo consegna proprio subito, senza sconti, prepotentemente, rompendo tutti gli schemi, con un sound coinvolgente che irrompe e impedisce di star fermi sulla sedia, e un testo (scritto con Giordana Angi ed Emanuele Dabbono) che passa quasi in secondo piano, surclassato da sonorità internazionali (curate dal producer americano Timbaland) che arrivano a vestire il pezzo di contorni nuovi ed estivi. E’ un Tiziano che riparte completamente daccapo, scrivendo un nuovo capitolo della sua carriera musicale, supportato da due ottime “penne”, con il contribuito preziosissimo di Timbaland, che gli concede il privilegio di tracciare un vero e proprio nuovo inizio. Era questo il suo desiderio, lo ha spiegato più volte, ed ha centrato appieno l’obiettivo.

Quanto c’è però del Tiziano di Sere Nere in questo pezzo? Apparentemente niente, in realtà tutto. Tiziano canta ancora l’amore, e lo fa a modo suo, senza parole scontate. E canta di un amore che lotta contro le avversità, quasi carceriere di sé stesso, ma che resiste impavido fino alla fine. E’ un testo importante questo, mascherato abilmente con una musicalità internazionale. Forse è per questo che Tiziano ci sembra diverso. Eppure è sempre lui, è sempre lo stesso. Capace di cambiare pelle, di ricominciare daccapo, di nuovo, di rimettersi in gioco, di mettersi in discussione, quando sarebbe molto più comodo restare confinati nella propria “oasi sicura”. In pochi lo fanno. Quasi nessuno ci riesce. Ma lui va a colpo sicuro ancora una volta, regalandoci una sicura hit per l’estate. In fondo non c’è da stupirsi, parliamo di Tiziano, Tiziano Ferro.

Buona (Cattiva) Sorte è disponibile da oggi, 31 maggio, in streaming e download su tutte le piattaforme digitali, e anche in speciale formato vinile 45 giri numerato.

Testo Buona (Cattiva) Sorte

Hai gli occhi di tuo padre
La bocca di tua madre
Sul tuo viso loro due stanno ancora insieme

Ti ha distrutto l’amore
E’ il mio stesso veleno
26 lettere ed ancora non ci chiamiamo

E’ un dolore di lusso il tuo
Scritto di inchiostro nero
Getti sopra i vetri se non ti piace ciò che vedi

Non preoccuparti amore mio (come on)
Esisti tu, esisto solo io (come on)
Ci rinnegano, ci lapidano, e noi con quelle pietre
Costruiremo una parete
Nella buona, cattiva sorte
Io l’amerò, l’amerò fino alla morte

Nella buona, cattiva sorte
Io l’amerò, l’amerò fino alla morte

Fino alla morte fino a che
Fino alla morte fino a che
Non finirà nananananana

Fino alla morte fino a che
Fino alla morte fino a che
Fino alla morte finirà nananananana
nananananana (fino alla morte finirà nanana)

E ora baciami forte
Tra i dipinti al museo
Mentre urli sei cambiato e rispondo non è vero
E’ un amore di lusso lì
Scritto pure di lacrime
E dall’ossessione per il sapore del dolore

Tu vuoi scegliere per mestiere
E diventare il mio carceriere
Non capisco qual è il trucco ma capisco qual è il piano
Controllare da lontano

Nella buona cattiva sorte
Io l’amerò l’amerò fino alla morte
Nella buona cattiva sorte
Io l’amerò l’amerò fino alla morte

Fino alla morte fino a che
Fino alla morte fino a che
Non finirà nananananana
nananananana

Fino alla morte fino a che
Fino alla morte fino a che
Fino alla morte finirà nananananana

Baciami fino a quando vuoi
Baciami come l’avessimo inventato noi
Prendi me con ogni mia ferita
Prendi me come per tutta la vita

Nella buona cattiva sorte
Io l’amerò l’amerò fino alla morte

Nella buona cattiva sorte
Io l’amerò l’amerò fino alla morte

Fino alla morte fino a che
Fino alla morte fino a che
Non finirà nanananana

Fino alla morte fino a che
Fino alla morte fino a che
Fino alla morte finirà nanananana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome