Festival della Bellezza: domani tocca a Fabrizio Gifuni, lunedì 3 a Laura Morante

0

I prossimi due appuntamenti della sesta edizione del Festival della Bellezza di Verona, che quest’anno ha come tema “L’anima e le forme”, saranno con Fabrizio Gifuni (domenica 2 giugno ore 21.30, Teatro Romano) e con Laura Morante (lunedì 3 giugno ore 21.30, Teatro Romano.

Gifuni è tra i più affermati attori di cinema e teatro ed è un interprete intenso, versatile, elegante e magnetico. Con “Amleto allo specchio” proporrà alcune riflessioni teatrali sul più amletico personaggio letterario.
Lo spalancamento dell’inconscio, la finzione, il dubbio che si stratifica nella poesia.
L’eroe che diventa ambiguo, problematico.
“Nostri i pensieri, gli esiti mai”.
L’esistenza scrutata dall’alto di un implacabile occhio ironico.
L’incubo accarezza il sogno.
“Oh Dio, potrei star chiuso in un guscio di noce e credermi re dell’infinito… ma faccio brutti sogni”.

Dialoga con Gifuni Alessandra Zecchini.

Laura Morante, musa del cinema d’autore europeo, attrice dal fascino passionale, inquieto e avvolgente, si svelerà tra racconti e incontri di oggi, tra cinema e vita, in dialogo con Gianni Canova. Video e immagini accompagnano l’incontro, dal titolo “Maestri e cult movie”.
Bianca, La tragedia di un uomo ridicolo, Colpire al cuore, Turné. Moretti, Bertolucci, Amelio, Salvatores.
Una fascinazione inquieta ed esigente al quadrivio di una memorabile stagione del cinema d’arte.
La morale perversa dell’etica ribalta il candore di Bianca nel linguaggio del noir.
Irrinunciabili intermittenze del cuore.

I biglietti sono disponibili su Ticketone e nelle prevendite abituali.

Festival della Bellezza – i Maestri dello Spirito

Con eventi ideati per il festival, riflessioni in format teatrale, concerti e spettacoli unici e in prima nazionale, teatri sempre esauriti con oltre 50.000 presenze, il Festival della Bellezza è oggi un unicum nel panorama culturale italiano, punto di riferimento per riflessioni sulla bellezza espressa nell’opera di straordinari artisti in scenari storici di grande suggestione architettonica e artistica.

La VI edizione, dedicata al tema “L’Anima e le Forme”, indaga l’espressione artistica dello spirito nelle sue varie espressioni, la musica, la letteratura, la filosofia, la pittura, il teatro, il cinema. Il titolo fa riferimento all’omonimo testo di György Lukács sulle forme del rapporto tra uomo e assoluto. Il festival quest’anno prevede un ulteriore incremento del periodo e degli appuntamenti, in sintonia con l’interesse del pubblico che da anni segue con passione la manifestazione riconoscendone la sua peculiarità.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Andrea Giovannetti
Nato a Roma nel 1984, ma vivo a Venezia per lavoro. Musicista e cantante per passione e per diletto, completamente autodidatta, mi rilasso suonando la chitarra e la batteria. Nel tempo libero ascolto tanta musica e cerco di vedere quanti più concerti possibili, perchè sono convinto che la musica dal vivo abbia tutto un altro sapore. Mi piace viaggiare, e per dirla con le parole di Nietzsche (che dice? boh!): "Senza musica la vita sarebbe un errore".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome