The Voice of Italy: trionfa Carmen Pierri

0

Una finalissima di The Voice of Italy che si apre con delle performance video dei 4 coach — Morgan, Elettra Lamborghini, Gué Pequeno e Gigi D’Alessio — e si conclude con la vittoria della giovanissima Carmen Pierri del team Gigi, la quale conquista un contratto discografico con la prestigiosa Universal. 

Nata a Salerno 16 anni fa, Carme già a 6 anni partecipava a piccoli concorsi musicali di paese, e a 12 anni ha iniziato a studiare canto e pianoforte, con un particolare passione per la musica soul,  soprattutto Alicia Keys ed Amy Winehouse.

Carmen, bella e solare, ha anche un lato nascosto molto lontano dal suo amore per il canto: la passione per la medicina. Infatti, il suo secondo sogno sarebbe quello di diventare medico per dedicarsi a curare gli altri.

“Fatica, sudore e prove” , sottolinea Simona Ventura, che ha visto il suo ritorno in Rai proprio grazie a questo talent. Il meccanismo di questa finale ha visto protagonista, per la prima volta, il televoto da casa, che interviene — come da tradizione — solo per la scelta del vincitore. Questa sera i 4 finalisti si sono anche cimentati con dei duetti costruiti su misura per le loro capacità e il loro stile: per Miriam Ayaba (Team Elettra) la rapper Lizzo; per Carmen Pierri (team Gigi) un’intensa Arisa ; inusuale accoppiata per il Team Morgan, che per il suo pupillo Diablo sceglie Holly Johnson; Brenda Lawrence ha al suo fianco Shaggy, ed è subito anni ’90. Quest’edizione del talent ha messo in evidenza quelle che dovrebbero essere le tendenze attuali al livello musicale, soprattutto con un finalista come Diablo, che però è arrivato solo quarto. Le due ragazze che si sono contese la vittoria, Carmen e Brenda  (arrivata seconda) sono quelle che probabilmente hanno dimostrato le doti vocali migliori, ma le polemiche non sono mancate. Appena eliminata Miriam Ayaba, infatti, Elettra ha innescato una discussione che si era già accesa nelle scorse puntate: si va avanti per followers sui social o per il talento effettivo? Perché, effettivamente, due come Diablo e Miriam, con tanto successo e fan sui social, sono stati i primi ad uscire. Secondo Elettra e Morgan il voto via sms è desueto, Gigi crede che un artista non possa essere valutato in base a followers e visualizzazioni su YouTube. E non potremmo essere più d’accordo. Siamo in un momento storico in cui tutto è cambiato, comprese le modalità di fruizione della musica e il tipo di investimento che le case discografiche, spesso, non sono più disposte a fare.  Ma quanti fenomeni social sono scomparsi nel giro di pochissimo? Saranno  il tempo e il pubblico a decidere chi e quanto andrà avanti. Le polemiche sui meccanismi del televoto hanno coinvolto anche manifestazioni come Sanremo, soprattutto per gli anni in cui hanno vinto Emma Marrone, Valerio Scanu o Marco Carta, “colpevoli” di essere favoriti dal vasto pubblico dei talent abituato al televoto. Quindi sembra un qualcosa dal quale non si riesca ad uscire senza scontentare qualcuno, dimenticando quasi sempre che, come si è già detto, oltre agli addetti ai lavori che credono nel tuo lavoro è necessario un pubblico disposto ad ascoltare.

Da questa sera sono disponibili anche gli inediti che i finalisti hanno presentato alla finale: Verso il mare, scritto da Gigi D’Alessio per Carmen Pierri; Carte di Carmen Carolina Lawrence; Amazzonia di Miriam Ayaba, cantata già alle Blind Auditions.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Gli appuntamenti ufficiali per la vincitrice  Carmen Pierri  iniziano già domani sul palco dei Seat Music Awards all’Arena di Verona, condotti da Carlo Conti e Vanessa Incontrada su Rai Uno.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome