“Coop for words”, ancora spazio ad autori di testi musicali

0
© Claudia Pajevski

Si rinnova l’appuntamento con “Coop for words”, il contest nato nel 2002 per individuare e premiare nuovi talenti della scrittura in Italia. Diverse le sezioni: “Lettere d’amore” (2500 battute, spazi inclusi, indirizzata a un personaggio noto letterario, storico o vivente), “Una storia di cronaca” (2700 battute, spazi inclusi, a tema libero), “Poesia” (massimo 50 versi, a tema libero), “I racconti dello scontrino” (1500 battute spazi inclusi, microstorie ambientate in una Coop o in un centro commerciale). Da qualche anno, poi, è prevista anche una sezione musicale inedita, unica in Italia, “Canzone d’autore”, dedicata ad autori di testi che vengono invitati a scrivere le proprie rime su una base musicale originale composta da un differente artista di edizione in edizione.

I musicisti che hanno risposto all’appello nel corso degli anni sono stati Cristiano Godano, Beatrice Antolini, Paolo Benvegnù, Ice One, gli Skiantos e Colombre. Per il contest 2019, la base è stata composta e registrata da La Rappresentante di Lista ed è possibile scaricarla  a questo link. Una giuria di qualità composta dal duo, da Giordano Sangiorgi del MEI e dal giornalista Pierfrancesco Pacoda (che ne è il presidente) sceglierà il testo migliore, che verrà in seguito registrato e interpretato da un artista della nuova scena italiana: nelle scorse edizioni, le produzioni vincitrici hanno preso vita attraverso le voci di Angela Baraldi e Paolo Benvegnù, e sono state distribuite gratuitamente in rete. L’autore ritenuto più valido, inoltre, prenderà parte a “Ad alta voce”, le serate di letture dal vivo nei luoghi più significativi di varie città italiane finalizzata a sostenere e promuovere la cultura del libro. Per gli appuntamenti dello scorso anno, tra gli scrittori protagonisti s’annoveravano nomi quali Michele Serra, Lella Costa e Francesco Piccolo.

Il comitato d’onore di “Coop for words” è presieduto da Carlo Lucarelli, mentre del comitato scientifico fanno parte, tra gli altri, lo stesso Michele Serra e Stefano Benni. Per ulteriori informazioni sulle modalità di partecipazione ai diversi contest, vi rimandiamo al bando ufficiale.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Chiara Rita Persico
Classe ’83, nerd orgogliosa e convinta, sono laureata con lode in ingegneria dei sogni rumorosi ed eccessivi, ma con specializzazione in realismologia e contatto col suolo. Scrivo di spettacolo da sempre, in italiano e in inglese, e da sempre cerco di capirne un po’ di più della vita e i suoi arzigogoli guardandola attraverso il prisma delle creazioni artistiche di chi ha uno straordinario talento nel raccontarla con sincerità, poesia e autentica passione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome