Juliet, Naked – Tutta un’altra musica

Fidanzata di un fesso si innamora di un mito. Della musica, ovvio. Da Nick Hornby

0

Juliet, Naked – Tutta un’altra musica
di Jesse Peretz
con Rose Byrne, Ethan Hawke, Chris O’Dowd, Megan Dodds, Jimmy O. Yang, Lily Newmark
Sentimentale, vinile

Annie sta con Duncan in un tranquillo (noioso) paese costiero della Gran Bretagna e non lo sopporta più (né il fesso Duncan, né il paesino): Annie vorrebbe un figlio e Duncan è un adulto immaturo che insegna immaginario cinematografico e gestisce un blog su Tucker Crowe, cantante americano  scomparso dalla scena da decenni su cui i fan costruiscono miti come se fosse un Salinger e se li raccontano tra loro soddisfatti. Annie critica sul blog l’ultimo lavoro misteriosamente riapparso di Crowe (Juliet, Naked) , Duncan va a piangersi addosso sul blog (quando non tradisce Annie) e Crowe, voilà, si fa vivo con Annie in internet per dire che era ora che qualcuno la smettesse di scrivere scemenze sui suoi vecchi lavori. E visto che ha una situazione sentimentale complicata e figli anche in Inghilterra dove sta per diventare nonno, ecco che vola a incontrare Annie. Forse avete intuito come andrà a finire. Il film è misurato, adatto a una programmazione sentimentale per signore alternativa alla partita, come si diceva nelle vecchie tv, insomma una storia d’amore tiepida e con un certo humour. Viene da Nick Hornby e si sente (soprattutto il ruolo della musica) e si gustano, se piace il genere, le figurine un po’ ironiche e un po’ acide che si battono per trovare l’amore.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome