“Western Stars” di Bruce Springsteen è #1 in tutto il mondo

0

Western Stars, il nuovo disco di Bruce Springsteen, uscito venerdì scorso (e già proclamato dai fan come uno dei migliori lavori della sua carriera), è entrato direttamente al primo posto sia della classifica FIMI/GfK degli album più venduti e ascoltati in Italia sia di quella dei vinili.

E non solo. Il diciannovesimo album di Springsteen è entrato già al primo posto quasi ovunque nel mondo: negli Stati Uniti (classifica Amazon e iTunes), in UK (per la undicesima volta al #1, diventando così uno degli artisti TOP 5 ad avere più album saliti al #1 in Gran Bretagna, al pari di David Bowie e Rolling Stones), nella maggior parte dei Paesi europei tra cui Belgio, Germania, Olanda, Irlanda, Norvegia, Paesi Bassi. Western Stars sta andando al primo posto della classifica iTunes anche in Australia e Nuova Zelanda, in Austria, Danimarca, Finlandia, India, Sud Africa, Spagna, Svezia e Svizzera.

The Telegraph, The Independent e The Sun hanno dato all’album 5 stelle su 5, il Guardian ha definito le tredici canzoni «trascendentali e potenti”, Pitchfork ha aggiunto che si tratta del «suo miglior lavoro in studio da anni, e per quanto i dischi di Springsteen siano sempre “grand affairs”, l’artista non ha mai pubblicato niente con un suono così lussureggiante».

Nei giorni scorsi è uscito anche un video per la title track, diretto ancora una volta dal vincitore di Grammy e Emmy, Thom Zimny. Nel video si vedono scene ispirate ai testi delle canzoni con il cantautore in primo piano, momenti live e storie riprese nel deserto di Joshua Tree in California.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

 

Western Stars porta la sua musica verso nuove direzioni, prendendo in parte ispirazione dai dischi pop della California del Sud tra la fine degli anni ’60 e l’inizio dei ’70; è stato registrato principalmente nello studio in casa di Springsteen in New Jersey, con l’aggiunta di alcune registrazioni realizzate in California e a New York.

«Questo lavoro è un ritorno alle mie registrazioni da solista con le canzoni ispirate a dei personaggi e con arrangiamenti orchestrali cinematici — racconta Springsteen — è come uno scrigno ricco di gioielli».

Nei tredici brani di Western Stars si ritrovano una vasta gamma di temi tipicamente americani: dalle autostrade immense agli spazi desertici, dal sentimento di isolamento a quello opposto di comunità, dalla stabilità di casa alla speranza che non svanisce mai.

Ron Aniello ha prodotto l’album con Springsteen e ha suonato il basso, le tastiere e altri strumenti. Patti Scialfa ha contribuito alle voci e agli arrangiamenti vocali di quattro tracce.

Agli arrangiamenti musicali compresi gli archi, i fiati, la pedal steel hanno contribuito più di una ventina di musicisti tra i quali Jon Brion (che suona la celesta, il Moog e la farfisa), e sono stati ospitati artisti come David Sancious, Charlie Giordano e Soozie Tyrell.

QUI la nostra recensione.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Mattia Luconi
Di origini torinesi, ma trapiantato ormai da diversi anni in quella magnifica terra che ha dato i natali ai più grandi musicisti italiani, l'Emilia. Idealista e sognatore per natura, con una spiccata sindrome di Peter Pan e con un grande amore che spazia dal Brit rock passando per quello a stelle e strisce, fino ai grandi interpreti italiani. Il tutto condito da una passione pura, vera e intensa per la musica dal vivo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome