A.R.M.O.N.I.A. Un progetto sostenibile di Slow Music

0
A.R.M.O.N.I.A.

Si chiama A.R.M.O.N.I.A. ed è un progetto di Slow Music realizzato di concerto con ERSAF. L’intento è valorizzare il patrimonio forestale di montagna della Lombardia, grazie a una proposta di eventi culturali di qualità e a ingresso gratuito, in sintonia con la natura dei luoghi.

Il “corredo” della manifestazione è composto da 9 concerti, 3 presentazioni, 2 performance, 2 convegni, 1 evento speciale di musica classica, 1 reading poetico e una passeggiata con cuffie wireless nel bosco: un totale di 19 proposte spettacolari e culturali, perfettamente integrate nel paesaggio, in piena A.R.M.O.N.I.A. con le sue suggestioni.

Protagonisti di questi eventi, saranno diversi musicisti (italiani e internazionali) di alto profilo arti-stico, provenienti dal blues dal rock, dal folk, dalla canzone d’autore e anche dalla musica classica. E ancora: scrittori, poeti, performer, si esibiranno immersi nella natura, senza strutture impattanti, con amplificazione elettroacustica minimale.

Tre le località in cui si svolgerà la prima edizione: Val Gerola (a Gerola Alta e Piano della Casera di Pescegallo Foppe, in provincia di Sondrio); Parco Nazionale dello Stelvio e ghiacciaio dei Forni (aSant’Antonio Valfurva e nel Rifugio Branca) e la Foresta Regionale Corni di Canzo (in provincia di Como).

A.R.M.O.N.I.A. inizierà in Val Gerola, nel Parco Regionale delle Orobie Valtellinesi, dove si valorizzeranno l’ambiente e le tradizioni di una valle immacolata. Venerdì 5 luglio alle ore 18,30, dopo unbreve percorso guidato attorno a Gerola Alta, la poetessa e scultrice Tiziana Cera Rosco proporrà la performance Patientia.

Poi Davide Sapienza e Marco Grompi proporranno Attraverso le terre del suono: le “Terre del suono” rappresentano la geografia di tutte le persone che nella musica hanno trovato ispirazione quotidiana, forza interiore, capacità di restare fedeli alle proprie percezioni e di emozionarsi.

A seguire, esibizione del cantautore britannico con radici nel folk e nel blues Alex Seel (foto sotto).

A.R.M.O.N.I.A.

Sabato 6 luglio alle ore 21 al Palagerola di Gerola Alta ci sarà un doppio concerto, protagonisti Marlon Williams (cantautore indie neozelandese dotato di una voce unica) e il sardo Francesco Piu con il suo blues acustico.

Domenica 7 luglio a Piano della Casera di Pescegallo Fopper triplo concerto, con la riproposta di Marlon Williams e Francesco Piu, e l’aggiunta di Alberto Casadei, compositore ed ex primo violoncello della Filarmonica di Rotterdam, vincitore di numerosi concorsi internazionali.

La seconda tappa è prevista al Parco Nazionale dello Stelvio e Ghiacciaio di Forni. Venerdì 19 luglio dalle 15 alle 17 al Centro Visitatori del Parco Nazionale dello Stelvio di S. Antonio Valfurva ci sarà “CamminaForeste”, alla scoperta del Parco, con le Guide alpine della Valfurva e varie attività per i più piccoli.

Alle 17.30 è previsto il seminario Se il ghiaccio si scioglie, la foresta avanza: soluzioni e opportunità – Il Parco nazionale dello Stelvio si adatta ai cambiamenti climatici, con la partecipazione di esperti e scienziati, organizzato da ERSAF e dal Parco Nazionale dello Stelvio.

In serata, alle 20,45, concerto della Woody Gipsy Band, giovane quartetto nato suonando per strada, dedito al recupero della musica manouche, con strumenti a corda, nella tradizione dello swing tzigano nato negli anni Venti e Trenta del ‘900.

Sabato 20 luglio alle ore 17,30 al Ghiacciaio Forni un’orchestra e un grande coro formatisi per l’occasione e diretti dal Maestro Filippo Dadone, in una straordinaria cornice naturale ai piedi del ghiacciaio proporranno il Requiem di Mozart e l’Alleluia di Händel al Rifugio Branca (2.500 metri).

I musicisti sono stati coinvolti tramite “call” pubblica su base volontaria, tra i diplomati e i diplomandi provenienti dai conservatori lombardi e da altre scuole, o da orchestre amatoriali. Prima del concerto, i più volenterosi compiranno un’escursione sino al fronte del ghiacciaio dove è previsto un flash mob.

Alle ore 21, in occasione del 500° anniversario della morte di Leonardo Da Vinci, sarà proposta una conferenza di Fabio Lopez, Leonardo 500 nel parco, con riferimenti specifici alla dedizione scientifica del genio alla natura e agli animali e con interessanti spunti sullo studio che Leonardo fece su Bormio e la Valtellina nel Codice Atlantico.

Terzo e ultimo appuntamento alla Foresta Regionale Corni di Canzo (Co). Venerdì 26 luglio alle ore 21 al Parco di Villa Meda ci sarà la presentazione di Va’ sentiero, il cammino d’alta quota lungo il Sentiero Italia, inaugurato lo scorso 1° maggio da Muggia.

A seguire, Ezio Guaitamacchie Brunella Boschetti in Green Rock – Quando la musica salva il pianeta. Tra racconti, suoni e visioni, un affascinante viaggio multimediale, dall’attivismo degli anni ’60 alle battaglie contro il nucleare, dalla prima canzone ecologista alla nascita di Greenpeace, dalle visioni bucoliche alla consapevolezza animalista.

Sabato27 luglio, dalla mattina alle ore 10.30, con partenza da Fonti Gajum, un’originale passeggiata nella natura per arrivare a Prim’Alpe muniti di cuffie wireless, ascoltando un programma di 45 minuti circa che narra leggende dei boschi, per andare a incontrare le proposte di Tiziana Cera Rosco in Linfa, uno spettacolo-poesia che vuole essere anche una preghiera vegetale dal fondo del corpo umano.

Erica Boschiero e Vasco Mirandola, con Sergio Marchesini alla fisarmonica, in Alberi: una cantautrice e un attore che hanno in comune una visione poetica del coltivare arte, un giorno si fanno spazio tra i rumori e le sirene, si siedono dentro un albero e ascoltano.

Poi lo scrittore Tiziano Fratus presenta Giona delle sequoie, il suo ultimo libro, edito da Bompiani. In California Tiziano Fratus ha scoperto una terra dello spirito: nel continente delle sequoie, una delle più grandi cattedrali naturali del pianeta insieme all’Amazzonia e alla foresta del Borneo, ha respirato il vento che l’oceano riversa fra i giganti rossi che popolano luoghi mitici;

Fratus sarà inoltre protagonista di Domus respirandi – La stanza delle consegne, un’insolita esperienza di reading, pensato per due spettatori alla volta, in uno spazio ridotto e isolato, dove si mettono tre seggiole, una per Fratus ed una per due spettatori-uditori; ogni 15/20 minuti si accolgono due nuovi spettatori.

Chiude la giornata la cantautrice ed arpista Cecilia. In Cupid’s Catalogue, il suo ultimo disco, parla dell’amore in tutte le sue sfaccettature, abbinando un erbario: ad ogni canzone un fiore o una pianta che per colori, profumi o sensazioni racconta di quel particolare tipo d’amore.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Redazione
Spettakolo! nasce nel 2015 e si occupa di cinema, musica, travel, hi-tech. Alla Redazione di Spettakolo! collaborano varie figure del mondo del giornalismo (e non) desiderose di raccontare tutto ciò che per loro è "spettacolo" (appunto).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome