Dieç, il miracolo di Illegio, un film di Thomas Turolo

Mercoledì 26 giugno 2019 ore 21.00 al Cinemino di Milano la proiezione del documentario dedicato alla comunità del piccolo paese delle Alpi Carniche

0
Foto Illegio paesaggio

Alla serata saranno presenti l’ètoile Carla Fracci e il regista Beppe Menegatti

llegio è un borgo alpino di 360 abitanti in Carnia, raccolto in una conca circondata da una corona di monti a 700 metri d’altitudine. Negli ultimi anni il paese, grazie alle annuali mostre d’arte, ha coinvolto 300 prestatori (tra essi, i massimi musei del mondo) e offerto il fascino di 1000 opere richiamando, dal 2004 a oggi, oltre 500mila visitatori, raggiungendo una fama di respiro europeo.  Un piccolo miracolo, che ha trasformato Illegio da periferia di montagna, dove termina la strada che vi sale, in una splendida meta di bellezza e in un caso interessante di impresa culturale e di proposta spirituale. Il film di Thomas Turolo, della durata di 71 minuti, è realizzato tra la gente, con protagonisti gli stessi abitanti del paese e una cinepresa discreta che restituisce con grazia e semplicità le tre dimensioni che il piccolo villaggio vive, tra l’autunno e la primavera: quella ambientale del meraviglioso contesto naturale delle Alpi Carniche in cui è adagiato, quella quotidiana dei valligiani di un paesino di montagna e quella eccezionale dell’allestimento di una esposizione con l’arrivo delle opere dall’Italia e da tutto il mondo. Alla proiezione saranno presenti il regista Thomas Turolo e due testimonial d’eccezione che con la comunità del piccolo paesino hanno un legame speciale: l’etoile Carla Fracci e il regista Beppe Menegatti. «Una volta l’anno succede qualcosa di grande in questo posto straordinario, che dovrebbe essere indicato come una Mecca — dichiara la coppia —, si sente che si arriva a un luogo con un significato preciso. Illegio è un posto dove si percepisce che si deve arrivare e si deve vedere qualcosa. È un luogo pieno di umanità, dove portare l’arte è fantastico. È meraviglioso quello che succede a Illegio. Devono ritenersi davvero fortunati». L’ingresso in sala è riservato ai soci.

 

 

 

 

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome