Vasco Rossi, l’appello del Gallo Fuckin’ Team: “Vado al massimo” in scaletta

0
Vasco Rossi
Foto di Gianluca Simoni

Mentre Vasco è arrivato a Zocca, per il suo ormai consueto periodo di vacanze estive nel paese natale, i fan già pensano al tour del prossimo anno. C’è chi prova ad indovinare le città del tour e chi invece avanza una richiesta: è il caso del Gallo Fuckin’ Team (gruppo che alla passione per Rossi unisce quella per il Gallo, storico bassista), che chiede al Blasco di inserire nella scaletta del 2020 Vado al massimo, un pezzo storico che da tempo immemore non si ascolta dal vivo.

Nel 2011 il Gallo Fuckin’ Team chiese il ritorno in scaletta di Non l’hai mica capito (che mancava da 29 anni) e fu accontentato. Accadrà lo stesso nel 2020?

Vado al massimo è la canzone che Vasco portò a Sanremo nel 1982 e che lo fece conoscere all’Italia intera. Pur essendo un brano importante nella discografia di Rossi, dal vivo è stato però dimenticato. La sua ultima volta in scaletta risale infatti al 1983. Stiamo dunque parlando, ad oggi, di 36 anni di assenza: abbastanza per tornare a risentire questo pezzo di storia vaschiana?

Chi volesse dare una mano al Gallo Fuckin’ Team può rilanciare il post pubblicato dal gruppo sulla propria pagina Facebook.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome