Quarrata Folk Festival, a Pistoia si celebra la world music

0

La Toscana rinnova il suo appuntamento con il Quarrata Folk Festival, giunto alla quinta edizione: tra il 28 e il 30 giugno, al Parco della Villa Medicea La Magia di Quarrata (PT), andranno dunque in scena anche in questo 2019 interpreti delle più importanti tradizioni musicali popolari italiane e internazionali, per una tre giorni di note, danze, storia e itinerari nella natura.

Il 28 giugno alle 21 apriranno la rassegna Enza Pagliara & Dario Muci, cantori popolari salentini la cui vivace produzione, sospesa tra passato e presente, ha incantato le platee di tutta Europa. Alle 22, poi, saliranno sul palco gli Officina Zoè, ambasciatori della pizzica nel mondo e tra i più longevi del panorama tradizionale, avendo tagliato nel 2018 il traguardo dei venticinque anni di attività; allo scoccare della mezzanotte Stefano Corsi — leader dei Whisky Trail, importante gruppo nazionale di musica irlandese — con la sua arpa celtica chiuderà la prima serata del festival sul prato della fontana di Buren.

Sabato 29 giugno, a partire dalle 16, sarà possibile partecipare gratuitamente (su prenotazione) alle passeggiate guidate con stazioni sonore a sorpresa nel bosco della dimora e alle visite al complesso monumentale della Villa Medicea La Magia.
Il programma musicale sarà interamente caratterizzato dai ritmi e dalle suggestioni del continente africano: alle 21, il palco centrale ospiterà Arsene Duevi, lo “sciamano del Togo che fa cantare anche le pietre”; alle 22 sarà la volta di Namvula: cantante originaria dello Zambia con radici scozzesi e protagonista della scena popolare londinese, Namvula coinvolgerà il pubblico con il suo sound raffinato ed eclettico, la sua voce calda e vellutata con una esibizione ricca di contaminazioni africane e metropolitane; a mezzanotte, alla fontana di Buren, il grande polistrumentista Kalifa Konè permetterà al pubblico d’immergersi nelle magiche atmosfere create dalla musica del Mali, patria di grandi artisti come Salif Keita e Ali Farka Tourè.

Domenica 30 giugno, alle 17, Filomena Cafaro condurrà “Un giardino fortunato”, workshop gratuito (su prenotazione) per genitori e bambini tra i cinque e gli undici anni, in cui danza, musica e arti visive si coniugano in un’esperienza interattiva con l’opera “Giardino rovesciato” di Hidetoshi Nagasawa, presente al parco de La Magia. La kermesse si chiuderà al tramonto con l’ensemble Unavantaluna, gruppo di punta della musica siciliana, che alle 18.30 eseguirà un concerto ispirato alla musica della Petite Sicile, il quartiere di Tunisi che ospita un’importante comunità siciliana frutto della grande migrazione del 1860. Special guest sarà Ziad Trabelsi, solista dell’Orchestra di Piazza Vittorio.

I biglietti per tutti i concerti in scena sul palco centrale hanno un costo di 5 euro. Per ulteriori informazioni, vi rimandiamo alla pagina Facebook del Quarrata Folk Festival.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Chiara Rita Persico
Classe ’83, nerd orgogliosa e convinta, sono laureata con lode in ingegneria dei sogni rumorosi ed eccessivi, ma con specializzazione in realismologia e contatto col suolo. Scrivo di spettacolo da sempre, in italiano e in inglese, e da sempre cerco di capirne un po’ di più della vita e i suoi arzigogoli guardandola attraverso il prisma delle creazioni artistiche di chi ha uno straordinario talento nel raccontarla con sincerità, poesia e autentica passione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome