Decine di batterie per un omaggio alla musica dei Queen

1
Queen
@Diego Figone Sambuceti

Un tributo davvero inusuale ai Queen quello che si è svolto stasera a Chiavari: l’orchestra di batterie più grande d’Italia, diretta da Elisa Pilotti (che gestisce il CAM – Centro Artistico & Musicale di Lavagna), ha suonato cinque canzoni (più una replicata come bis) della mitica band capitanata da Freddie Mercury. E pazienza se le 100 batterie annunciate in realtà erano una sessantina, lo spettacolo è stato bello lo stesso: immaginate decine di batteristi (alcuni arrivati da lontano) racchiusi in una piazza, e tutto attorno il pubblico che canta in coro. E lei, Elisa Pilotti, una passione per i Queen e per la batteria coltivata fin da quando era una bambina, su un piccolo palco a far da direttore di quella fantastica orchestra.

Un esperimento sicuramente da ripetere, anche se qualcosa andrà migliorata. Per esempio l’orario e il luogo (non scelti dall’organizzazione). Ma come prima volta è andata più che bene. Sicuramente soddisfatti i fan dei Queen, ma a noi sono sembrati contenti anche coloro che si sono trovati lì per caso.

Le cinque canzoni sono state suonate sono We Will Rock You, Another One Bites the Dust, One Vision, Bohemian Rhapsody e We Are the Champions (We Will Rock You è stata replicata come bis).

Noi eravamo presenti e abbiamo documentato l’evento con vari video e una fotogallery.

Qui la prova generale

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

 

Ecco “We Will Rock You”  +  “Anothe One Bites the Dust”

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

 

Qui in video di “One Vision”

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

 

Ed ecco l’ormai mitica “Bohemian Rhapsody”

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

 

Si può non cantare in coro “We Are the Champions”?

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

 

Gran finale con “We Will Rock You”

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Concludiamo con una bella fotogallery realizzata da Diego Figone Sambuceti…

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Massimo Poggini
Massimo Poggini è un giornalista musicale di lungo corso: nella seconda metà degli anni ’70 scriveva su Ciao 2001. Poi, dopo aver collaborato con diversi quotidiani e periodici, ha lavorato per 28 anni a Max, intervistando tutti i più importanti musicisti italiani e numerose star internazionali. Ha scritto i best seller Vasco Rossi, una vita spericolata e Liga. La biografia; oltre a I nostri anni senza fiato (biografia ufficiale dei Pooh), Questa sera rock’n’roll (con Maurizio Solieri), Notti piene di stelle (con Fausto Leali) e Testa di basso (con Saturnino) e "Lorenzo. Il cielo sopra gli stadi". Ultimo libro uscito: "Massimo Riva vive!", scritto con Claudia Riva.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome