11 Luglio 1936, nasce Lino Banfi

1

Al secolo Pasquale Zagaria, nato ad Andria, si interessa al teatro per sfuggire alla carriera ecclesiastica che gli aveva consigliato il padre, e praticamente fugge a Milano, dove il suo primo pseudonimo fu Lino Zaga. Fu nientepopodimeno che Totò a suggerirgli di cambiare il nome per motivi scaramantici, visto che nella tradizione teatrale abbreviare il cognome era di cattivo auspicio.

Esordisce al cinema nel 1960, e con i vari Lando Buzzanca, Renzo Montagnani, Aldo Maccione, Alvaro Vitali diventa uno degli attori più rappresentativi della commedia sexy degli anni Settanta e della prima metà degli anni Ottanta. Tra i suoi film più noti, oltre a una valanga di infermiere, soldatesse, supplenti, professoresse, ecc., il mitico L’esorciccio (1975), parodia de L’esorcista (e uno dei pochi film di Ciccio Ingrassia senza Franco Franchi) anche citato in Fantozzi come uno dei capisaldi della cinematografia italiana degli anni ’70, il demenziale Vieni avanti cretino (1982), e il calcistico L’allenatore nel pallone (col suo personaggio Oronzo Canà e il suo schema 5-5-5). Rimane famoso un suo stornello in Fracchia – La belva umana (1981).

Dagli anni ’90 in poi, si dedica principalmente alla carriera televisiva: tra tutti, il ruolo più celebre è senz’altro quello di nonno Libero della serie Un medico in famiglia.

Altre ricorrenze

  • 1952, nasce Stephen Lang, attore di Avatar e Ultima fermata a Brooklyn

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome