Lake Como Film Festival – Il cinema di passaggio

Dal 26 al 28 luglio 2019 a Villa Erba, Cernobbio e in piazza Grimoldi, Como un fine settimana con film d’ autore, performance musicali e altro

0
Foto Villa Erba Cernobbio

Dai fratelli Lumière a Netflix –Tutto in tre notti

La nuova edizione della manifestazione diretta da Alberto Cano, che parte dalla magnifica Villa Erba — dimora storica di Luchino Visconti solitamente chiusa al pubblico — per raccontare i paesaggi del lago di Como, propone un fine settimana intenso tra nuove forme di narrazione visiva e concorsi dedicati al cinema di passaggio insieme a performance musicali. In un territorio dalla forte connotazione cinematografica che spazia dai fratelli Lumière (nel 1898 documentarono la bellezza del lago di Como) ai maggiori artisti e intellettuali del Novecento passando per produzioni internazionali, blockbuster, spot pubblicitari, per approdare a Netflix, il festival  è diviso in due parti: le Lake Como Film Nights a Villa Erba (26 e 27 luglio), maratona di film, cortometraggi, documentari, animazione, realtà virtuale e performance musicali nella dimora di famiglia che fu di Luchino Visconti, e il FilmLakers, (28 luglio), concorso per cineasti under 30 in piazza Grimoldi a Como. A Villa Erba saranno presentati tre film incentrati su ricordi e riflessioni  di e su Visconti: L’inganno di Ferdinando Cito Filomarino, 2013, la storia della lavorazione di Gruppo di famiglia in un interno, una pellicola ambientata in epoca contemporanea che racchiude la visione del maestro alla fine della sua vita; il documentario francese Between truth and passion di Elisabeth Kapnist e Christian Dumais-Lvowski, 2016, sulla sessualità e sul proibito di un uomo e un artista che ha sempre cercato la verità, e Gli angeli nascosti di Luchino Visconti di Silvia Giulietti, un racconto  su Visconti visto  attraverso le immagini inedite dell’archivio fotografico di Mario Tursi, il fotografo che lo ha seguito per tutta la vita. Le proiezioni saranno precedute dai cortometraggi dedicati al regista degli studenti della Scuola Civica Luchino Visconti di Milano. Il cartellone  presenta ancora i Documentari del Novecento: Grand Tour italiano, un buon numero di “piccoli film” restaurati dalla Cineteca di Bologna sull’Italia di oltre un secolo fa; Il mondo perduto, 1954, di Vittorio De Seta, sei documentari sulla Sicilia; Gli anni della Edison, 1955-1958, di un giovanissimo Ermanno Olmi all’epoca responsabile della Sezione Cinema della Edison, comprendente i corti La pattuglia del passo San Giacomo; La diga del ghiacciaio; Manon finestra 2; Tre fili fino a Milano; Il grigio; 12 registi per 12 città, 1998, un lavoro cinematografico diretto da dodici cineasti su dodici città italiane, e Il mondo di Luigi Ghirri, film diretto dallo scrittore Gianni Celati, 1998, un omaggio al fotografo scomparso nel 1992 e alla loro amicizia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome