Franco Forever – Omaggio a Franco Zeffirelli

Dal 30 luglio al 23 agosto 2019 al MIC- Museo Interattivo Cinema Milano la rassegna di sette film più un cortometraggio dedicati ad un maestro del cinema italiano

0
Foto Franco Zeffirelli

Un’occasione per rivedere i film più belli dell’artista

Regista, sceneggiatore e scenografo di un cinema di grande forza estetica, Franco Zeffirelli è stato un artista a tutto tondo, colto e anticonformista, appassionato e polemico. L’omaggio a lui dedicato si apre con un raro cortometraggio finora sfuggito alle sue filmografie intitolato L’accademia musicale Chigiana (il 30 luglio ore 1 e 8 agosto ore 18), 1950, che vede il regista comparire nella sequenza iniziale e nelle scene centrali. Precedendo di ben sette anni l’esordio dietro la macchina da presa e collocandosi in anni di intenso apprendistato teatrale e cinematografico (alla scuola di Visconti), il cortometraggio può essere considerato una illuminante testimonianza della vocazione del regista fiorentino scoperta dalla Fondazione Cineteca Italiana. A seguire, Callas Forever (in replica giovedì 8 agosto ore 18.10), 2002, gli ultimi tre mesi di vita di Maria Callas alle prese con la sua solitudine e col dubbio se accettare o meno la proposta di un’ultima tournée. Del ciclo fanno parte anche Otello (il 31 luglio ore 16 e il 20 agosto ore 18), 1986, tratto dall’omonima opera di Giuseppe Verdi con Placido Domingo e Katia Ricciarelli; La bisbetica domata (il 31 luglio ore 18.15 e il 23 agosto ore 16), 1967, con la coppia Richard Burton ed Elisabeth Taylor; Romeo e Giulietta (il 1° ore 18.15 e il 6 agosto ore 18), 1968, la nuova versione della tragedia shakespeariana che fa conoscere al mondo lo sfarzoso estetismo di Zeffirelli e la sua capacità di tradurre nel linguaggio cinematografico il fascino del grande teatro; Amore senza fine (il 4 ore 18 e il 22 agosto ore 16), 1981, tratto dall’omonimo romanzo di Scott Spencer; Un tè con Mussolini (il 1  alle ore 18.15 e il 7 agosto ore 18),  1999, che si svolge nella comunità inglese di Firenze durante il fascismo, e Amleto (il 30 luglio ore 18.15 e il 21 agosto ore 18), 1990, con Mel Gibson e Glenn Close.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome