Buon compleanno Meryl

Dal 2 al 25 agosto 2019 al Museo Interattivo Cinema Milano un omaggio in 13 titoli per i 70 anni di Meryl Streep, la più celebre attrice americana di tutti i tempi

0
Foto Meryl Streep

La Regina dell’Oscar con tre statuette vinte e ventun nomination

Nata il 22 giugno 1949 a Summit, nel New Jersey, Mary Louise Streep è considerata la più grande attrice cinematografica della sua generazione. In teatro, in televisione e sul set cinematografico Meryl ha costruito una solida carriera di fuoriclasse della recitazione iniziata alla Scuola D’Arte Drammatica della New York University. Dopo un tirocinio sui palcoscenici di Broadway, passa al cinema interpretando Il cacciatore (1978) di Michael Cimino, che le procura una candidatura all’Oscar come attrice non protagonista, mentre l’anno dopo tocca a Manhattan di Woody Allen nel ruolo dell’ex moglie del protagonista. La sua serietà professionale e il suo talento la portano nel 1980 ad aggiudicarsi il suo primo Oscar, sempre nella categoria migliore attrice non protagonista, in Kramer contro Kramer (venerdì 2 ore 16 e 21 agosto ore 16) di Robert Benton al fianco di Dustin Hoffman.  La sua crescita artistica è costante e inarrestabile anche grazie alla precisione, al limite della perfezione, con cui prepara i suoi ruoli: La donna del tenente francese di Karel Reisz (giovedì 22 ore 18.15) del 1981, dal romanzo omonimo di John Fowles; La scelta di Sophie di Alan J. Pakula (domenica 25 ore 18.15) del 1982, dove recita con un perfetto accento polacco e conquista la statuetta come migliore protagonista; La mia Africa (domenica 4  ore 18.15 e sabato 24 ore 18) del 1985 di Sydney Pollack, dal romanzo di Karen Blixen, in coppia con Robert Redford; Innamorarsi (giovedì 8 ore 16), deliziosa commedia sentimentale del 1984 diretta da Ulu Grosbard, dove ritrova Robert De Niro dopo Il cacciatore. Meryl Streep, adorata dal pubblico e dalla critica, non si è mai accontentata di parti o personaggi di routine, ma ha sempre sfidato se stessa con prove ardue e spesso quasi impossibili. Ne sono una dimostrazione alcuni titoli della sua strepitosa filmografia: La morte ti fa bella (martedì 6 ore 16), 1992, di Robert Zemeckis; I ponti di Madison County (venerdì 9 ore 18 e 22 ore 18.15), 1995, di Clint Eastwood; The Hours (sabato 3 ore 18 e domenica 25 ore 16), 2002, di Stephen Daldry; Ballando a Lunghasa (mercoledì 7 ore 16), 1998, di Pat O’Connor, un dramma ambientato nell’Irlanda del 1936; Il dubbio (martedì 20 ore 16), 2008 di John Patrick Shanley, nel quale si cala nei panni di una rigida preside di una scuola cattolica. Meryl Streep, sposata felicemente da molti anni con lo scultore Don Gummer dal quale ha avuto quattro figli, non ha mai deluso i suoi fan. In The Iron Lady (venerdì 9 ore 16), 2011 di Phyllida Lloyd, è l’ex primo ministro britannico Margaret Thatcher, mentre in Florence (sabato 3 ore 16), 2016 di Stephen Frears, interpreta la leggendaria ereditiera newyorkese Florence Foster Jenkins, convinta di essere una grande cantante lirica. Nel 2017 Meryl, con The Post (venerdì 2 ore 18) diretto da Steven Spielberg e per la prima volta al fianco di Tom Hanks, è eccezionale nel ruolo di Katharine Graham, la prima donna alla guida del The Washington Post, il quotidiano che con la sua coraggiosa inchiesta svelerà al mondo intero scottanti segreti governativi riguardanti la guerra in Vietnam.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Pierfranco Bianchetti
Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia a Trento. Ex funzionario comunale, responsabile dell’Ufficio Cinema del Comune di Milano, ha diretto n l’attività del Cinema De Amicis fino alla chiusura nel 2001. Ha collaborato a Panoramica – I Film di Venezia a Milano, Locarno a Milano, Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ha scritto sulle pagine lombarde de l’Unità e de Il Giorno, Spettacoli a Milano, Artecultura, Top Video; Film Tv; Diario e diversi altri periodici. Attualmente scrive per Cinecritica, collabora a Riquadro.com e cura il sito lombardo del SNCCI. Ha realizzato rassegne e cicli sul tema “Cinema e Storia” presso il “Civico Museo di Storia Contemporanea” di Milano e la Biblioteca Civica di Via Oglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome