Passitaly Sound Festival, grande musica a Pantelleria

0

Un nuovo appuntamento musicale animerà per tre giorni la calda estate dell’isola di Pantelleria: il Comune e Otr presentano infatti la prima edizione del Passitaly Sound Festival, kermesse legata a doppio filo alla manifestazione enogastronomica Passitaly (21 – 28 settembre), nata con la finalità di valorizzare e salvaguardare il Passito di Pantelleria, uno dei vini più apprezzati sul mercato enologico mondiale, e di mettere in primo piano la natura duplice di Pantelleria, terra di acqua e di fuoco, di pescatori e contadini.

Il festival, tra natura, cultura, turismo e tradizione, prevede come dicevamo tre live, che andranno in scena il 26, il 27 e il 28 settembre al Porto di Scauri, splendida location che al blu cobalto del mare unisce la suggestione di vigneti la cui pratica di coltivazione è  iscritta dall’Unesco tra i beni immateriali dell’umanità. Un paradiso a metà strada tra l’Europa e l’Africa dove la pratica di coltivazione della vite si tramanda di padre in figlio, tecnica rappresentativa della cultura e della storia degli isolani. Il Passitaly Sound Festival chiuderà l’estate 2019 e diventerà un appuntamento fisso per le stagioni a venire.

Ad aprire le danze sarà, il 26 settembre, Irene Grandi: la cantautrice toscana porterà sull’isola il tour promozionale del suo ultimo album, Grandissimo, pubblicato lo scorso 31 maggio su etichetta Cose da Grandi/Artist First. Grandissimo arriva a 25 anni dal disco d’esordio di Irene, che portava il suo nome, e rappresenta il compendio in note di una carriera ricca di hit entrate di diritto tra le canzoni più amate della nostra storia musicale più recente. Tre racconti in note, tre diverse anime: il Capitolo 0, Inedita, contiene cinque canzoni del tutto nuove, una delle quali, I passi dell’amore, rappresenta il primo singolo estratto dal lavoro discografico; il Capitolo 1, Insieme, è una rilettura di alcuni brani già pubblicati, ma in duetto con illustri colleghi: Carmen Consoli, Levante, Stefano Bollani, Loredana Bertè, Fiorella Mannoia e Sananda Maitreya/Terence Trent D’Arby; infine, il Capitolo 2, A-Live, è un’esplosione di stelle: cinque successi — Lasciala andare, La cometa di Halley, Prima di partire per un lungo viaggio, Bruci la città e Bum bum — vestiti con sartoriali abiti elettrici, per un tuffo nei ricordi che li colora di nuovo senza intaccarne l’intensità.

Il lungo tour, iniziato il 22 giugno, terminerà il 12 dicembre a Firenze, città natale dell’artista, con una grande festa al Teatro Verdi.

capitale europea della cultura
© Foto: Riccardo Medana

Quella del 27 settembre sarà per Max Gazzè una delle numerose date di On the road, tour iniziato il 1°giugno, un imperdibile viaggio live nel corso del quale il cantautore romano ripropone i pezzi più amati di una carriera iniziata discograficamente nel 1996 e proseguita fino a oggi con una serie di importanti riconoscimenti sia da parte del pubblico che della critica, che hanno fatto di lui della seconda generazione della cosiddetta “scuola romana”, nonché uno dei più apprezzati cantautori contemporanei. Il suo ultimo album, Alchemaya, è stato pubblicato il 9 febbraio del 2018 in occasione della partecipazione al Festival di Sanremo con La leggenda di Cristalda e Pizzomunno, delizioso poema dalla malinconica eleganza che ha ricevuto il Premio Giancarlo Bigazzi alla migliore composizione musicale. Alchemaya è un concept in due dischi: il primo contiene 11 inediti, i cui testi sono ispirati a libri sacri, mentre il secondo raccoglie i più grandi successi della ultraventennale carriera di Gazzè, oltre al brano sanremese.

Ad accompagnare l’artista sul palco, i suoi sodali di sempre: Giorgio Baldi (chitarre), Cristiano Micalizzi (batteria), Clemente Ferrari (tastiere) e Max Dedo (fiati).

Carmen Consoli chiuderà la prima edizione di Passitaly Sound Festival il 28 settembre, e per lei, siciliana fiera, sarà come tornare a casa; la Cantantessa, il cui ultimo album, Eco di sirene, registrazione dal vivo dei pezzi presentati in occasione dell’omonimo tour del 2017, è stato pubblicato il 13 aprile dello scorso anno, ha deciso per questa estate di limitare il numero di live, e di fare di ciascuno di essi un evento unico in luoghi scelti con cura. Due formazioni, una acustica (Emilia Belfiore al violino, Claudia della Gatta al violoncello e Massimo Roccaforte a chitarra e mandolino) e una elettrica (Massimo Roccaforte alla chitarra, Luciana Luccini al basso e Antonio Marra alla batteria), si alterneranno di concerto in concerto per portare in scena due dei mille volti di una artista sofisticata e passionale, pregiata autrice e interprete dalla inconfondibile personalità.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Chiara Rita Persico
Classe ’83, nerd orgogliosa e convinta, sono laureata con lode in ingegneria dei sogni rumorosi ed eccessivi, ma con specializzazione in realismologia e contatto col suolo. Scrivo di spettacolo da sempre, in italiano e in inglese, e da sempre cerco di capirne un po’ di più della vita e i suoi arzigogoli guardandola attraverso il prisma delle creazioni artistiche di chi ha uno straordinario talento nel raccontarla con sincerità, poesia e autentica passione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome