Raphael Gualazzi ha chiuso ieri sera l’edizione 2019 di “Tra ville e giardini”

0
Raphael Gualazzi

Gran finale per la ventesima edizione di Tra ville e giardini, la rassegna itinerante di spettacolo promossa dalla Provincia di Rovigo con la direzione artistica di Claudio Ronda, che ha chiuso idealmente l’estate artistica polesana ieri sera, come d’abitudine nei giardini di Villa Badoer a Fratta Polesine (Ro), con il concerto di Raphael Gualazzi. L’artista marchigiano si è esibito accompagnato solo dal suo pianoforte a coda, regalando al pubblico due ore di grande musica. Ha aperto il concerto con A good woman del grande musicista blues americano Roosevelt Sykes, per poi proporre i successi della sua carriera, compresa L’estate di John Wayne, tormentone estivo che ha spopolato nel 2016.

Ieri l’ultimo concerto, e oggi è già tempo di consuntivi. Per il presidente della Provincia di Rovigo Ivan Dall’Ara, quella che si è conclusa ieri è stata «una delle migliori o la migliore edizione»; Antonella Bertoli, presidente della Commissione pari opportunità provinciale, sottolinea invece come quest’anno la rassegna abbia ospitato «tante donne artiste con storie importanti alle spalle»; il direttore artistico Claudio Ronda, infine, definisce la rassegna di quest’anno «una piacevole carrellata di tanti stili, di tante storie e soprattutto di emozioni».

In vent’anni, la manifestazione ha ospitato qualcosa come 400 spettacoli, allestiti in ogni angolo interessante del Polesine: nelle grandi corti del Parco del Delta come sui sagrati delle chiese, nei giardini delle ville venete e nei parchi dei palazzi, sui lastricati davanti ai monumenti di architettura industriale come nelle distese verdi delle golene naturali in riva al Po. Gli appuntamenti di quest’anno sono stati complessivamente 17.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Facebook Like social plugin abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome