Blinded by the Light

Sei pakistano a Luton al tempo della Thatcher? Springsteen ti salverà

0

Blinded by the Light
di Gurinder Chadha
con Viveik Kalra, Kulvinder Ghir, Meera Ganatra, Nell Williams, Aaron Phagura

Voto: trascinante

Una volta si diceva “il rock mi ha salvato la vita”, sembra la frase di un’altra generazione. Qui lo si dice ancora, ma l’apparente banalità dell’assunto prende una nuova valenza, non solo la  risposta al bisogno di vivere i propri sogni fuori dalle convenzioni ma anche di replicare  alla tristezza di vivere tra i razzisti. Un ragazzo inglese di famiglia pakistana conservatrice, agitato da ambizioni letterarie scopre le canzoni di Springsteen e sente che sono state scritte su misura per lui. Benvenuto nel mondo degli illusi, verrebbe da dire, ma a un certo punto scoppia un temporale molto metaforico, proprio una tempesta esistenziale, e da  quel momento volano fogli e vola anche il film: sappiamo tutti che non è vero che Springsteen canta per il protagonista, ma ci divertiamo a vedere il suo entusiasmo accompagnato da testi e musiche del boss nella Gran Bretagna al tempo della Thatcher. L’effetto è ingenuo ma trascinante e ci dicono che al solito la storia è vera.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili senza il tuo consenso all’utilizzo dei cookie!

Per poter visualizzare questo contenuto fornito da Google Youtube abilita i cookie: Clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome