Venezia 76. Ema

Pablo Larrain e la danzatrice arrabbiata

0

Ema a Valpairaiso sta con un coreografo, fa gruppo con un branco di ballerine arrabbiate, forse post qualcosa, ogni tanto fonde un pezzo di città col lanciafiamme e spiega spiega spiega per frammenti che aveva adottato un figlio, ma era piromane, le ha ustionato la sorella, e l’ha rimandato indietro. Poi vaga vaga vaga, si fa un pompiere e un’avvocata e spiega spiega spiega oppure danza danza danza, oppure fa sesso con le ragazze del branco che sono in provocazione continua tipo faccio sesso con tutti, danzo quello che voglio, sono contro tutti, uso il lanciafiamme per esorcizzare le fiamme e allora?! E allora, viene da rispondere, che noia, chissenefrega, perché quando il disegno da frammentario e schizzato si fa più nitido si rivela un po’ banale e il vero mistero è che uno come Pablo Larrain (Tony Manero, Post Mortem, No, Il club, Neruda, Jackie), abbia confezionato questa strana mistura di danza e rabbia solo per la creazione di una nuova famiglia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome