Sabato 7 settembre

0
Keith Moon

Il 7 settembre 1978, esattamente 41 anni fa, il rock perdeva uno dei suoi più grandi batteristi: Keith Moon. Nato a Londra il 23 agosto 1946, Keith John Moon (questo il nome completo) nel 1964 entrò a far parte degli Who al posto di Doug Sandom. Con la band visse 14 anni di successi ed eccessi, concedendosi un’unica avventura da solista, nell’inedita veste di cantante: il disco Two Sides of the Moon, uscito nel 1975. Non aveva un carattere facile: se sul palco era famoso, oltre che per le sue doti musicali, anche per le batterie sfasciate a fine concerto, altrettanta foga, in puro stile rock’n’roll, la metteva nel distruggere le camere d’albergo in giro per il mondo. Nel 1970 fu anche involontario protagonista della morte di Neil Boland, suo autista e guardia del corpo: nel tentativo di sfuggire ad una rissa, Keith investì ed uccise l’amico. Venne poi assolto dall’accusa di omicidio colposo. Buona parte della sua vita fu segnata dalla dipendenza da alcool e droga. Passò la sera del 7 settembre 1978 insieme a Paul McCartney, poi tornò a casa e prese una quantità spropositata di pastiglie che usava contro la tossicodipendenza. Poco dopo morì nel sonno. Aveva da poco compiuto 32 anni.

Gli altri fatti del giorno:
1936: nasce il cantante Buddy Holly
1939: nasce il cantante Riccardo Del Turco
1944: nasce il cantante Mario Tessuto
1949: nasce la cantante Gloria Gaynor
1951: nasce Chrissie Hynde, cantante e chitarrista dei Pretenders
1951: nasce la cantante Giuni Russo
1953: nasce il tastierista Benmont Tench
1964: nasce Bunna, cantante e chitarrista degli Africa Unite
1996: il rapper Tupac Shakur viene gravemente ferito da cinque colpi di pistola
2003: muore il cantante Warren Zevon
2005: muore il cantante Sergio Endrigo
2018
: muore il rapper Mac  Miller

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome